Provinciale di Gropparello, entro un mese conclusa la messa in sicurezza

Si tratta di lavori particolarmente attesi dell’importo complessivo di 200mila euro, di cui 100mila stanziati dalla Provincia e la restante parte finanziata dalla Regione Emilia Romagna grazie a fondi statali.

Più informazioni su

Sono partiti nelle scorse settimane e si concluderanno entro la prima metà di settembre i lavori di consolidamento e messa in sicurezza di un tratto della strada provinciale n.10 di Gropparello, colpito nell’aprile del 2009 da un dissesto franoso.

Si tratta di lavori particolarmente attesi dell’importo complessivo di 200mila euro, di cui 100mila stanziati dalla Provincia e la restante parte finanziata dalla Regione Emilia Romagna grazie a fondi statali.

Proprio l’erogazione di questi ultimi finanziamenti, messi a disposizione sulla base di un’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del dicembre 2009 e di una successiva del marzo 2010 a seguito dei danni causati in varie province dell’Emilia Romagna dalle eccezionali avversità atmosferiche dell’aprile 2009, era stata bloccata dal Tar del Lazio che si era pronunciato su un ricorso presentato dall’associazione Italia Nostra Onlus.

Sentenza riformata nei mesi scorsi dal Consiglio di Stato, in accoglimento del ricorso presentato da alcune Regioni tra cui l’Emilia Romagna, che ha quindi permesso di avviare gli interventi sospesi in attesa del pronunciamento.

“Una volta sbloccata la vicenda dal punto di vista amministrativo e giuridico – sottolinea il presidente della Provincia Massimo Trespidi – abbiamo prontamente messo a disposizione i fondi provinciali per consentire l’avvio di questo intervento importante ed atteso da tempo e il cui primo progetto definitivo era già stato approvato dalla giunta provinciale nel dicembre 2010”.

Lo stesso Trespidi lunedì mattina, accompagnato dal sindaco di Gropparello Claudio Ghittoni e dal dirigente del servizio Edilizia, progettazione infrastrutture e grandi opere della Provincia di Piacenza Stefano Pozzoli, si è recato sul cantiere per verificare di persona lo stato di avanzamento dei lavori. Nello specifico verranno realizzati drenaggi a monte e a valle della strada ed una gabbionata di sostegno a valle, con la ricostruzione del corpo stradale rimasto danneggiato dalla frana.

“Un ulteriore intervento da parte della Provincia di Piacenza – rimarca Trespidi – che fa seguito ai tanti già eseguiti, a testimonianza dell’attività senza sosta portata avanti dall’amministrazione provinciale per la messa in sicurezza della rete stradale provinciale a vantaggio dei comuni del territorio”.

Responsabile dei lavori, appaltati alla ditta F.T.P. Costruzioni di Mazzano (Brescia) che a sua volta ha subappaltato alla C.D.F. Costruzioni di Gariga di Podenzano, è l’ingegnere Stefano Pozzoli; direttore dei lavori è il geometra Oreste Guglielmetti.

E sempre entro la prima metà di settembre è prevista, lungo la stessa provinciale, anche la conclusione dei lavori di ripristino della barriera metallica del ponte sul Rio Vezzeno, all’ingresso dell’abitato di Sariano di Gropparello; la ringhiera era rimasta seriamente danneggiata a marzo di quest’anno a seguito di un incidente stradale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.