Quantcast

Sla, De Micheli (Pd): “Una donazione e l’impegno a garantire le risorse per l’assistenza”

Non una doccia gelata, malgrado in questi giorni di campagna “ice bucket” sia stata “nominata”, ma una donazione all'Aisla di Piacenza e l'impegno in Parlamento a garantire le risorse necessarie 

Più informazioni su

Campagna anti Sla, Paola De Micheli (Pd): “Partecipo con una donazione e l’impegno in Parlamento a garantire le risorse per l’assistenza”

Non una doccia gelata, malgrado in questi giorni di campagna “ice bucket” sia stata “nominata”, ma una donazione all’Aisla di Piacenza e l’impegno in Parlamento a garantire le risorse necessarie all’assistenza dei malati di sclerosi laterale amniotrofica e alle loro famiglie. Sono questi i termini della personale adesione di Paola De Micheli, vicepresidente vicario del gruppo del Partito Democratico alla Camera, alla campagna a sostegno della ricerca contro la Sla, la malattia degenerativa che colpisce ogni anno 5mila persone in Italia.

“Al saldo tra docce gelate e donazioni – fa notare la deputata piacentina – che mi pare ancora un po’ sbilanciato a favore delle prime, intendo dare il mio contributo per un riequilibrio, per questo ho deciso di effettuare una donazione a sostegno all’Aisla di Piacenza, l’associazione attiva sul nostro territorio per sensibilizzare sulla malattia e portare aiuto ai malati”.

“Ho appreso inoltre che a Piacenza – continua – si sta organizzando una manifestazione collettiva insieme agli operatori e all’associazione per riempire di contenuti un gesto, quello della secchiata gelata, che in questi giorni sta spopolando sui media. A causa di precedenti impegni non riuscirò ad essere presente, ma ne condivido naturalmente gli obiettivi, soprattutto per informare e parlare della Sla in maniera consapevole”.

“Da parte mia c’è il massimo dell’impegno – conclude – perchè in Parlamento vengano garantite le risorse necessarie alla cura adeguata dei malati, purtroppo oggetto di revisioni e di tagli in passato. Offrire un’assistenza qualificata e articolata nelle varie discipline mediche coinvolte è infatti indispensabile per consentire ai pazienti e alle loro famiglie di mantenere una elevata qualità della vita nonostante la malattia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.