Quantcast

Stage in Brasile per Stefano Braga (Atletica Piacenza)

Continua il progetto “Coloriamo d'azzurro il cielo di Rio” che a due anni dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro vede protagonista a più riprese selezioni di giovani atleti italiani.

Continua il progetto “Coloriamo d’azzurro il cielo di Rio” che a due anni dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro vede protagonista a più riprese selezioni di giovani atleti italiani. In questa seconda spedizione, composta da sette atleti appartenenti alla categoria under 23, è presente Stefano Braga, saltatore in lungo dell’Atletica Piacenza, cresciuto e plasmato nella sezione di Castelsangiovanni sotto la guida del tecnico Piero Masarati che, dopo aver svolto una serie di test e verifiche fisiologiche all’Acquacetosa di Roma, è partito per il continente sudamericano. L’atleta biancorosso, insieme agli altri azzurri, prenderà parte a uno stage tecnico ed effettuerà dei test, elaborati dal Comitato Scientifico FIDAL,  prima a San Paolo e poi a Rio de Janeiro dove potrebbe prendere parte anche ad un appuntamento agonistico. L’iniziativa è la seconda parte di un progetto che intende creare un percorso di avvicinamento per la squadra azzurra all’Olimpiade 2016. L’obiettivo dell’iniziativa, iniziata già nella scorsa estate, è quello di instaurare un rapporto speciale di sinergia tra FIDAL e la Confederazione Brasiliana di Atletica Leggera (CBAt) con momenti di interscambio tra atleti e tecnici e periodi di allenamento in Italia e in Brasile. Sono stati attivati contatti con la Camera di commercio, le associazioni italo-brasiliane (a San Paolo vivono 15 milioni di brasiliani di origine italiana, a Rio circa due milioni), e con la locale Università. L’intento è anche quello di legare nel tempo il popolo brasiliano, in particolare quello di origine italiana, agli azzurri che saranno in gara a Rio 2016 creando attorno ad essi uno speciale clima di attenzione e di sostegno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.