Quantcast

Treni verso Milano, da settembre scatta il mini aumento

Dal primo di settembre mini-aumento dei biglietti di treni e autobus in gran parte della Lombardia. Coinvolta anche la tratta ferroviaria Piacenza-Milano

Più informazioni su

Dal primo di settembre mini-aumento dei biglietti di treni e autobus in gran parte della Lombardia. Coinvolta anche la tratta ferroviaria Piacenza-Milano, una delle più frequentate dai pendolari piacentini. Dal prossimo mese varieranno le tariffe ferroviarie di alcune fasce chilometriche: da Piacenza il costo del biglietto passa da 6,45 euro a 6,5 e l’abbonamento mensile da 93,5 euro a 94.

A deciderlo la Regione Lombardia che con una delibera di giunta a inizio agosto ha stabilito l’adeguamento al costo della vita delle tariffe dei trasporti pubblici, quest’anno pari allo 0,61%.

Dal prossimo mese varieranno le tariffe ferroviarie di alcune fasce chilometriche: da Pavia e da Lodi verso Milano la corsa semplice passerà da 3,85 euro a 3,90 mentre l’abbonamento mensile da 67,5 a 68 euro; da Como, Lecco e Gallarate verso il capoluogo il prezzo sale da 4,55 euro (una corsa) e 76,5 (mensile) a 4,60 e 77; da Piacenza da 6,45 euro e 93,5 a 6,5 euro e 94. Da Bergamo e da Varese, invece, l’aumento riguarderà solo gli abbonamenti mensili: rispettivamente da 84,5 euro a 85 e da 89,5 a 90.

Novità riguardano anche il biglietto «Io viaggio ovunque in Lombardia», quello che consente di utilizzare qualsiasi servizio di trasporto pubblico locale in tutta la regione: il giornaliero passa da 15,45 euro a 15,50; il bigiornaliero da 25,7 a 26; il mensile da 102 euro a 103; il trimestrale da 293 a 295. Qualche ritocco anche alle tariffe del biglietto «Io viaggio ovunque in Provincia»: a Bergamo, Brescia, Milano e Monza i pendolari da settembre pagheranno 83 euro invece di 82,5; mentre a Cremona, Mantova e Pavia 78 euro al posto di 75.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.