Quantcast

Anga (Confagricoltura) al via corsi di Inglese e stage all’estero

Cattivelli: "I giovani devono avere tutte le competenze per muoversi nel contesto internazionale"

Più informazioni su

La sezione piacentina di Anga, l’associazione dei giovani di Confagricoltura, sta avviando una serie di iniziative per consentire ai propri associati di maturare importanti esperienze lavorative ed al contempo mettere a punto tutti gli strumenti comunicativi e relazionali che i giovani imprenditori devono avere in un contesto competitivo su scala mondiale come quello dell’agroalimentare, il tutto anche tenendo ben presente l’avvicinarsi dell’Expo.

“Stiamo organizzando dei corsi di lingua inglese – spiega Matteo Cattivelli, presidente dell’associazione -.  In vista di Expo, infatti, riteniamo che possa essere utile apprendere o migliorare la conoscenza delle lingue straniere per poter meglio promuovere le nostre imprese e le iniziative che realizzeremo sia come imprenditori che come associazione. La conoscenza dell’inglese risulterà inoltre utile per poter meglio vivere appieno l’evento e sfruttare le opportunità ad esso connesse. Il calendario, tendenzialmente in orario serale, sarà stabilito cercando di mediare le esigenze dei partecipanti”.

L’inizio lezioni è previsto per fine ottobre. Il corso sarà tenuto presso la sede di Confagricoltura Piacenza, in via Colombo, 35; i partecipanti saranno divisi in funzione del livello di conoscenza in ingresso e saranno guidati da insegnanti di madre lingua.  Chi intende partecipare può iscriversi presso gli uffici di zona di Confagricoltura Piacenza.

“L’agricoltura ha bisogno sempre più di formazione, competenza e specializzazione – spiega Cattivelli -. attraverso Anga nazionale offriamo, da tempo, un programma per l’Australia, dove quest’anno si prevede una buona vendemmia. Nei tre mesi previsti dal programma si potranno confrontare i diversi metodi di vinificazione e le differenti colture. E’ un’opportunità per apprendere nuove tecniche, crescere personalmente e professionalmente, allargare il proprio orizzonte e migliorare la conoscenza dell’inglese per poi tornare, arricchiti di esperienza in Italia”.

Le partenze sono previste da gennaio a marzo e le iscrizioni sono aperte. Per partecipare è necessario conoscere l’inglese, non superare i 30 anni, essere specializzati in Enologia o Viticoltura (per fare esperienza come operatore di cantina e assistente di laboratorio) o aver partecipato almeno ad una vendemmia. La proposta australiana, però, non si limita alla vendemmia, è possibile svolgere tirocini presso aziende di seminativi, allevamenti di bestiame, in aziende frutticole e perfino in piantagioni di banane. Negli Stati Uniti l’offerta di stage è ancora più vasta ed abbraccia diversi settori dell’agricoltura: colture industriali, frutticoltura e allevamenti compresi. I tirocini, che vanno dai tre ai diciotto mesi, sono retribuiti in modo da ammortizzare i costi di viaggio.

“Non promettiamo un lavoro o un’occasione di guadagno – precisa Cattivelli –  ma assicuriamo  un’importante opportunità di formazione e di crescita personale e professionale da cogliere al volo. Bisogna essere sempre attivi ed in crescita, come Anga si propone di essere mettendo in campo queste iniziative. I giovani imprenditori agricoli hanno specifiche istanze che vanno rappresentate e tutelate essendo loro stessi il futuro dell’agricoltura. In questo senso  – conclude Cattivelli – mi piace pensare e proporre Anga Piacenza non è solo come un’associazione, ma come un incubatore di progetti dove si lavora per diffondere le conoscenze, la ricerca, l’innovazione e le buone pratiche funzionali a sviluppare le nostre imprese e l’agricoltura moderna”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.