Quantcast

Baseball, Piacenza protesta con il Giudice Sportivo

La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza non ci sta e con un comunicato emesso sul proprio sito esprime tutto il rammarico e lo sconcerto per la decisione del Giudice Unico Sportivo di rideterminare la classifica del girone 1 dei play-off di A

Più informazioni su

La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza non ci sta e con un comunicato emesso sul proprio sito esprime tutto il rammarico e lo sconcerto per la decisione del Giudice Unico Sportivo di rideterminare la classifica del girone 1 dei play-off di A riassegnando ai biancorossi le due sconfitte subite contro Bollate alla prima giornata.

Questo il testo del comunicato:
“L’ASD Piacenza Baseball Rebecchi Nordmeccanica esprime tutto il suo sconcerto per la decisione adottata dal Giudice Unico Sportivo della F.I.B.S. di rideterminare la classifica del girone 1 di play-off di Serie A Federale, rettificando quanto deliberato il 7 agosto scorso in merito alla rinuncia dell’ASD Bollate BC alla trasferta di Foggia. Diversamente da quanto deliberato in prima istanza, il GUS ha deciso di ritenere come giocate le partite perse dall’ASD Piacenza Baseball, alla prima giornata di play-off, contro l’ASD Bollate BC conteggiandole di conseguenza in classifica. Il Regolamento Attività Agonistica recita però che in caso di rinuncia di una squadra anche ad una sola gara……”ai fini della classifica verranno annullate tutte la gare già disputate dalla società rinunciataria….”. Dal dizionario della lingua italiana il termine annullato corrisponde a inefficace, privo di validità, di conseguenza non si comprende come una gara annullata possa essere contemporaneamente considerata giocata e quindi valida ai fini della classifica.
L’ASD Piacenza Baseball ritiene di aver subito un palese torto e si riserva di ricorrere nelle sedi opportune alla rettifica adottata dal GUS”.

Piacenza, 3 settembre 2014.

Una posizione ferma e seccata probabilmente figlia anche di altre situazioni mal digerite nel corso di una stagione tra le più travagliate. Basti ricordare che al termine della regular season il Piacenza, nonostante si fosse qualificato per i play-off, chiese alla FIBS il nulla osta a rinunciare e partecipare alla Coppa Italia, riservata alle escluse, con Senago disponibile a prenderne il posto.

Subito la Federazione disse sì salvo rimangiarsi la parola quaratott’ore dell’inizio della fase post-season. Una decisione che il Piacenza accettò tortocollo, soprattutto per il modo in cui la questione fu gestita. Ora, nel bel mezzo dei play-off, ecco la delibera del Gus riguardante la rinuncia del Bollate ad andare a Foggia con prima l’annullamento delle partite vinte dai bollatesi contro Piacenza sette giorni prima la rinuncia e poi, quasi un mese dopo, la modifica della classifica riammettendo come giocate le partite in questione. Troppe versioni diverse degli stessi fatti che hanno finito per esaurire la pazienza nelle sede biancorossa delle Novate. La Società ricorrerà nelle sedi opportune e non sono da escludere decisioni clamorose nelle prossime ore o nei prossimi giorni, sperando che la squadra riesca a rimanere fuori dalle polemiche e prepararsi in modo adeguato alla decisiva trasferta di domenica a Sala Baganza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.