Quantcast

“Finti addetti Enel, basta con i porta-a-porta” LA SEGNALAZIONE

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di una lettrice.

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di una lettrice.

Tempestata da strani personaggi che suonano ogni giorno alla porta e visto le precedenti esperienze proprio nella via in cui abito ed, in particolare, dei miei familiari, mi vedo costretta a diffidare di chiunque.
Anche oggi, sabato pomeriggio, una coppia di giovanissimi ragazzi, con enorme cartelletta blu (piena di contratti!!!), si è presentata, alla mia porta, come inviata da Enel. Dapprima i due fantomatici addetti hanno domandato se avevo ricevuto a luglio la lettera per il cambio contatore, poi hanno chiesto di vedere una bolletta di Enel perché, se fosse stata ancora tutta grigia, invece di bianca e blu, avrebbero dovuto farmi compilare e firmare…non so che cosa. Vista la mia insistenza a non procedere in alcun modo nel seguire le istruzioni del giovanissimo “inviato Enel”, proponendomi invece di andare personalmente presso un centro Enel per informazioni, mi è stato detto, in modo scortese, che probabilmente “avevo dei problemi”.
Ora, io sono riuscita a tenere testa a questi, a mio parere, improbabili addetti Enel, ma il mio quartiere è abitato principalmente da anziani e spero proprio che nessuno di loro abbia aperto la porta o si sia lasciato convincere a firmare qualsiasi cosa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.