Quantcast

Foti (FdI-An): “Reggi incompatibile con il ruolo di direttore del Demanio”

"E la legge sul conflitto d’interessi dove la mettiamo?"

Più informazioni su

“Se un piacentino va a ricoprire un ruolo importante, per di più se utile al nostro territorio, io sono contento. Vale anche per l’annunciata nomina di Roberto Reggi a direttore dell’Agenzia del Demanio: però le norme vanno rispettate”, lo afferma l’ex parlamentare piacentino Tommaso Foti (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale).

“Per il Partito democratico, evidentemente, le norme sul conflitto di interessi si applicano solo al centro-destra, diversamente nessuno avrebbe pensato di proporre Roberto Reggi, sottosegretario in carica alla Pubblica Istruzione, a direttore dell’Agenzia del Demanio. Davvero – continua l’ex parlamentare – dobbiamo credere che la sinistra ignora l’esistenza della legge 215 del 2005, che disciplina appunto il conflitto d’interesse?”

“Detta legge, voluta ed approvata dal Governo di centrodestra, ha eliminato la sovrapposizione tra cariche pubbliche e aziende pubbliche e private. Basta leggere – continua Foti – l’articolo 2, comma 4, per averne la conferma. E’ previsto, infatti, a chiare lettere che chi fa parte del governo (è il caso di Reggi) non può ricoprire, per dodici mesi, incarichi in aziende private o enti di diritto pubblico che operino prevalentemente in settori connessi all’attività istituzionale.”

“E’ fuori di dubbio – continua l’ex parlamentare di Fd’I-AN – che l’Agenzia del Demanio è definita ‘Ente Pubblico Economico’ dal decreto legislativo 173 del 2003 e il sottosegretario Reggi si occupa di edilizia scolastica. Possibile che nessuno nelle sedicenti efficienti stanze del potere renziano si sia accorto che la nomina di Reggi all’Agenzia del Demanio non è in linea con le leggi in vigore? ” “Dobbiamo forse attendere che sia l’Antitrust, che la questione dovrà esaminare, ad evidenziare l’omesso rispetto della norma? C’è solo da augurarsi che il Governo – conclude Foti – prenda da subito atto dell’errore commesso e vi ponga rimedio. Nell’interesse delle Istituzioni e di Reggi.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.