Franceschini a Piacenza, gaffe sull’orchestra “Cherubini” foto

I complimenti del ministro della Cultura Dario Franceschini a Riccardo Muti, "che ha creato un’orchestra di giovani talenti italiani intitolata a Cherubini e che ha sede a Ravenna", al Festival del Diritto

Più informazioni su

“Quella di cui parliamo oggi è una grande sfida. L’era digitale moltiplica le occasioni di coinvolgimento per i cittadini anche nel settore della cultura e noi in Italia dobbiamo investire sul nostro grande patrimonio di bellezza e di storia, ma anche investire sulla contemporaneità, i suoi talenti e sulle industrie culturali, su tutto ciò che può fare il nostro Paese fortissimo nel mondo globale”. Lo ha detto il ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini a Piacenza partecipando all’incontro “La cultura come partecipazione” alla Sala dei Teatini per il Festival del Diritto.

Il ministro, in chiusura del suo intervento, ha dato una notizia che interesserà tutte le librerie storiche italiane, annunciando che in settimana invierà una direttiva alle Soprintendenze del territorio nazionale, per bloccare d’ora innanzi tutte le destinazioni d’uso delle librerie storiche. “La tutela delle librerie storiche – ha affermato il ministro – rappresenta un segno di attenzione verso un patrimonio culturale che ha radici profonde nel nostro Paese”.

Ma durante la sua visita il ministro ha commesso una gaffe sottolineata dal pubblico piacentio dei Teatini. Secondo quanto riferisce l’Ansa, i complimenti del ministro della Cultura Dario Franceschini a Riccardo Muti, “che ha creato un’orchestra di giovani talenti italiani intitolata a Cherubini e che ha sede a Ravenna”, al Festival del Diritto a Piacenza, hanno creato disapprovazione nel pubblico. L’evento si svolgeva nell’ex-chiesa dei Teatini, dove l’orchestra di Muti, che ha la sua sede anche a Piacenza, prova dalla sua fondazione in inverno. Informato della gaffe il ministro ha sorriso imbarazzato ma non ha fatto commenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.