Quantcast

Grana e Parmigiano, Guidesi (Lega) “Aiuti dopo lo stop all’export in Russia”

Intervento dell'onorevole Guidesi, inviato da Lega Nord Piacenza. 

Intervento dell’onorevole Guidesi, inviato da Lega Nord Piacenza. 

L’allarme lanciato in questi giorni dalle zone di produzione di Parmigiano Reggiano e Grana Padano, che si sono viste tagliare gli aiuti dopo il blocco alle esportazioni di formaggi in Russia, arriva all’attenzione del governo per iniziativa del deputato leghista Guido Guidesi.

Il parlamentare del Carroccio, – a poche ore dall’attesa relazione del ministro sugli effetti delle sanzioni – in un’interrogazione segnala che l’inaspettata sospensione degli aiuti sta generando al comparto dei due formaggi tipici danni diretti per 15milioni di euro, come precisato nei giorni scorsi da Cristiano Fini, presidente della Confederazione italiana agricoltori di Modena. Guidesi chiede al governo di cogliere l’occasione del semestre europeo di presidenza italiana per reintrodurre il sistema di aiuti alle imprese colpite dai blocchi di Mosca. Aiuti sospesi, a quanto pare, per gli abusi di qualche stato membro.  Il nuovo sistema di rimborsi – ammonisce Guidesi – dovrà tener conto dei maggiori danni che gli imprenditori italiani stanno subendo”. Un regolamento ad hoc sarebbe già al vaglio, e il parlamentare leghista chiede che “se ne acceleri l’adozione”.

“Paghiamo più di tutti gli effetti di sanzioni e blocchi a ortofrutta, carni e formaggi – dice il parlamentare leghista -.  Ai danni diretti si aggiungono infatti quelli indiretti, con il rischio che altri produttori, in Russia, si sostituiscano a quelli italiani, magari imitandone il marchio e intaccando così il buon nome del made in Italy”. Parmigiano Reggiano e Grana starebbero già accusando perdite complessive di 250milioni di euro, visto il repentino calo dei prezzi (stimato, in media, nell’ordine del -9%).  “La politica di Renzi – supina agli interessi di Bruxelles e Usa – ha generato questa  assurda e inutile eutanasia per il nostro export. Renzi ha svenduto le nostro esportazioni per la poltrona della Mogherini e per compiacere gli alleati, ha responsabilità oggettive. Il conto dei danni lo recapiteremo a palazzo Chigi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.