Integrazione, un milione e 300mila euro per 166 alunni disabili

Un milione e 300mila euro per favorire l’integrazione scolastica di 166 alunni portatori di handicap nelle scuole piacentine. Un intervento presentato in conferenza stampa dall’assessore Giulia Piroli.

Più informazioni su

É di 1 milione e 300mila euro lo stanziamento del Comune di Piacenza che, nonostante i pesanti tagli alla finanza locale, vuole mantenere invariato il piano di assistenza ai 166 alunni (delle scuole pubbliche e parificate della città) con grave disabilità.
 
A spiegarlo, aprendo la conferenza stampa di oggi, alla quale hanno preso parte i dirigenti scolastici piacentini, é stato l’assessore alle politiche scolastiche Giulia Piroli.
 
“Per l’anno scolastico 2014-2015 l’Amministrazione comunale ha compiuto uno sforzo notevole – ha proseguito – sia dal punto di vista economico che progettuale garantendo i livelli di assistenza scolastica agli alunni con grave disabilità assicurati finora sia sul piano quantitativo che qualitativo”.
 
La voce del bilancio destinata é molto corposa, segno dell’attenzione dell’Amministrazione al tema. “Il Servizio Formazione, Scuola, Giovani – ha evidenziato – ha inoltre attivato, in collaborazione con la cooperativa Ancora, un’equipe di gestione e coordinamento di carattere psicopedagogico per garantire la massima attenzione, tempestività e qualità degli interventi nelle scuole”. Presenti i responsabili della cooperativa che hanno evidenziato l’opera svolta, negli ultimi anni e le prospettive per il futuro.
 
Gli alunni con grave disabilità nelle scuole di Piacenza sono 166 (26 nella scuola dell’infanzia, 58 nella primaria, 30 nella secondaria di primo grado e 30 in quella di secondo grado per un totale di 144 studenti ai quali si aggiungono 22 alunni seguiti con contributo). Il personale di sostegno é formato da 62 operatori: 45 assistenti e 12 educatori della cooperativa e 5 assistenti comunali.

Di seguito, il comunicato dell’assessore Piroli sulle attività rivolte all’integrazione degli alunni disabili. 

Il  Servizio di integrazione scolastica per gli alunni in situazione di handicap, certificati secondo la normativa regolamentata dalla legge 104/92 e a seguito dell’accordo di programma provinciale, viene fruito da tutti gli alunni disabili delle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di 1° e 2° grado. 

Per l’anno scolastico 2014-15 l’Amministrazione comunale ha compiuto uno sforzo economico e progettuale notevole, nonostante i pesanti tagli alla finanza locale,  garantendo i livelli di assistenza scolastica agli alunni assicurati finora sia sul piano quantitativo che qualitativo.
Per far fronte alle richieste di personale per l’assistenza socio relazionale e l’assistenza specialistica, nonché per provvedere all’acquisto di ausilii, l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione circa 1.300.000 euro garantendo in tal modo il sostegno all’integrazione per 166 alunni di tutte le scuole pubbliche e parificate della città e di alunni residenti a Piacenza, ma frequentanti scuole in altri comuni.  
Una voce di bilancio molto consistente a dimostrazione, al di là degli obblighi di legge che sono comunque condizionati dalle disponibilità effettive, della grande sensibilità dell’Amministrazione al tema dell’integrazione, dei diritti all’educazione e all’istruzione per gli alunni che si trovano in condizioni di disabilità certificata. 
Il Servizio Formazione, Scuola, Giovani ha inoltre attivato, in collaborazione con la cooperativa Ancora, un’equipe di gestione e coordinamento di carattere psicopedagogico per garantire la massima attenzione, tempestività e qualità degli interventi nelle scuole. Tali interventi consistono nella messa a disposizione di personale per il supporto assistenziale di base e per il supporto educativo-assistenziale per l’integrazione in classe dell’alunno con disabilità in raccordo con il personale scolastico. 
I termini entro i quali viene svolto l’intervento dell’Amministrazione comunale sono quelli stabiliti dall’accordo di programma, purtroppo non completamente applicato nei tempi e talvolta nelle modalità di raccordo istituzionale. 
L’accordo sancisce la corresponsabilità interistituzionale dell’integrazione scolastica, ma sarebbe disfunzionale operare nella confusione di ruoli e responsabilità. Occorre impegnarsi per una maggiore valorizzazione delle competenze e delle professionalità che operano per garantire il diritto allo studio degli studenti con disabilità. 
Ricordo le competenze e gli interventi dell’Amministrazione a favore dell’integrazione: 
– adeguamento degli spazi e dei locali scolastici 
– servizio di trasporto
– mense con riduzione della quota 
– contributi per personale specialistico non previsto dall’appalto 
– assegnazione personale per “supporto assistenziale di base” e per “supporto educativo assistenziale” 
– partecipazione del personale ai gruppi di lavoro H per la stesura del PEI che viene firmato 
– partecipazione ai Glh d’istituto 
– partecipazione ai Glip 
– coordinamento tecnico per favorire la collaborazione tra le scuole attraverso incontri con i docenti referenti. 
L’ Ufficio sta inoltre provvedendo ad un’indagine regionale circa l’applicazione degli accordi provinciali nelle città capoluogo per un confronto rispetto ai diversi modelli di intervento. Gli esiti verranno condivisi con le istituzioni scolastiche. 
La cooperativa Ancora sta predisponendo un manuale di orientamento scolastico per le famiglie di alunni disabili. A livello di bozza verrà condiviso con un gruppo di lavoro composto da docenti e genitori, prima della stampa definitiva. 
 
Giulia Piroli
Assessora alle Politiche scolastiche ed educative 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.