Quantcast

La scherma in piazza con il flashmob del “Pettorelli”

Stupore, curiosità e qualche foto ricordo. Ha sorpreso e suscitato interesse il flashmob del Circolo della scherma "Pettorelli" di Piacenza

Più informazioni su

Scherma, successo e curiosità per il flashmob del “Pettorelli” a Piacenza
Grande interesse per l’evento di domenica nel cuore della città, con il circolo che ha partecipato all’iniziativa della Federscherma italiana

PIACENZA, 9 SETTEMBRE 2014 – Stupore, curiosità e qualche foto ricordo. Ha sorpreso e suscitato interesse il flashmob del Circolo della scherma “Pettorelli” di Piacenza, andato in scena domenica mattina nel cuore della città. Il sodalizio piacentino ha aderito all’iniziativa promossa dalla Federscherma e che ha avuto un impatto globale. L’intento, infatti, era quello di trasformare il mondo in un’unica grande pedana e la risposta è stata incredibile: dall’Australia agli Stati Uniti passando per Francia (con Nathalie Moellhausen a Parigi), Argentina, Lituania, Portogallo, Guatemala, Colombia e molti altri ancora.

A diverse latitudini e con diversi fusi orari, la grande famiglia ha invaso vie e piazze di ogni città, con un grandissimo eco “social”, con foto e filmati arrivati quasi in tempo reale dall’Italia e dall’estero, anche dagli Stati Uniti e da Hong Kong.
Senza dimenticare l’Italia: non solo grandi città come Milano, Roma, Torino, Napoli, Palermo e Venezia, ma anche centri più piccoli come San Daniele del Friuli, Milano Marittima e Valle Lomellina. I più arditi si sono spinti anche in altissima montagna: i ragazzi del Summer Camping di Gazzetta, infatti, hanno eseguito la loro coreografia in cima al Sass Pordoi, con il flash mob a più alta quota in Italia.

Piacenza, come avevamo annunciato, non ha fatto eccezione, con il “Pettorelli” del presidente Alessandro Bossalini che ha accolto volentieri l’ideale testimone passato dalla Federscherma nazionale per questa importante iniziativa promozionale, che giunge non a caso proprio nel periodo in cui le sale d’armi riaprono dopo le vacanze estive (al Pettorelli i corsi sono iniziati proprio lunedì).

Il gruppo di atleti del sodalizio piacentino, dai più piccoli fino ai Senior, si è radunato a Palazzo Farnese, dove nella suggestiva cornice del cortile si è messo in posa per le prime immagini “artistiche”.
Successivamente, è partita la breve sfilata verso piazza Cavalli, cuore dell’evento che non a caso chiedeva di avere come location i luoghi più significativi di ogni città. Lungo il percorso, diverse le persone attratte dalla fila indiana degli schermidori piacentini, con tanto di divisa, arma e maschera in mano. Il “tour” nel centro cittadino è proseguito toccando anche piazza Duomo e piazza Sant’Antonino.

Nel pomeriggio di domenica, invece, il Pettorelli si è esibito a Borgonovo Val Tidone in occasione della “Festa d’la Chisola”. In particolare, è stata organizzata una gara a squadre tra due formazioni interne. La formazione B (Mattia Pantano, Celeste Rossano, Michele Comolatti, Amedeo Polledri, Francesco Spezia, Mattia Finotti e Tommaso Barbieri) si è imposta 35-31 sulla squadra A, formata da Alessandro Schippisi, Vittoria Gulì, Elettra Ronca, Riccardo Salvatori, Alessandro Sonlieti, Francesco Matteo Curatolo e Andrea Polidoro.

Ufficio stampa Circolo della scherma Pettorelli
Luca Ziliani

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.