Quantcast

L’Italian Gospel Choir conquista Piazza Duomo a Milano foto

“Il coro Gospel Nazionale, in concerto sul Sagrato del Duomo sabato scorso, affascina e convince Milano. Piazza Duomo gremita, spettacolo unico ed entusiasmo alle stelle”

Più informazioni su

Emozioni musicali, qualità artistica e bagno di folla. Questo, in sintesi, quello che sabato scorso è accaduto in Piazza del Duomo a Milano dove si è tenuto l’importante concerto dell’Italian Gospel Choir, il coro nazionale che rappresenta l’Italia in questo genere, che si è esibito con 500 cantanti provenienti da nord, centro e sud, sul Sagrato del Duomo.

L’evento è stato organizzato dall’associazione f.i.r.m.a. – Federazione Italiana Ricerca di Musica e Arte con la collaborazione della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano e la Chiesa Cattedrale di Milano e con l’adesione di Volume, Dipiù Edizioni Musicali e Newmi, coordinati dal Direttore di Produzione Alfredo Mastroianni.

Le attese, quindi, sono state confermate dall’energia messa in campo dagli “Azzurri” in un concerto che ha conquistato il cuore del capoluogo lombardo che, a sua volta, è stato letteralmente invaso da questo “esercito gioioso” che con una ottima performance vocale ha intrattenuto, per oltre due ore, i presenti. L’evento ha visto la piazza gremita dal pubblico, come si vuole nelle grandi occasioni.

“Cantare a Milano per le famiglie è qualcosa che ti porti dentro per tutta la vita – così Francesco Zarbano presidente del coro. “Vedere la piazza così piena per noi che lavoriamo quotidianamente con umiltà e senza alcuna velleità da pop star, ci onora e ci insegna che l’arte e la cultura in Italia sono ancora tra i patrimoni più apprezzati. A volte basta solo lasciare spazio alla sostanza e non all’apparenza e tutto funziona. Milano ancora una volta ne è stata da esempio”.

Il coro diretto da Alessandro Pozzetto è stato letteralmente coccolato dalle note profuse con ritmi incalzanti dall’Italian Big Orchestra che accompagna da sempre la Nazionale, diretta da Rudy Fantin. Davvero originale la presenza di Nick The Nightfly di RMC – Radio Monte Carlo che ha aperto il concerto raccontando e descrivendo ai presenti il progetto I.G.C.. Importanti anche i saluti rivolti dalle autorità presenti al concerto; tra questi l’intervento del Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo Angelo Caloia che ha voluto rendere omaggio ai cantanti ringraziandoli per la presenza in Duomo e successivamente, lanciare un messaggio di forte sensibilizzazione alla città e non solo, ovvero, quello di volersi prendere cura della cattedrale in quanto “patrimonio di tutti” e che necessita sempre di tante attenzioni e sostegni.

Poi è stata la volta dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno che, oltre ad aver ringraziato i presenti a nome di tutta l’amministrazione comunale, ha sottolineato come la musica e la cultura debbano essere veicolo di coinvolgimento sociale e di come il concerto Italian Gospel Choir ne sia stato un meraviglioso esempio.

A conclusione del momento istituzionale il Presidente del coro Zarbano ha ricevuto dalle mani del Vice-Prefetto di Milano dr.ssa Maria Stefania Caracciolo la seconda Medaglia di Rappresentanza, inviata al progetto Italian Gospel Choir dal Capo dello Stato Napolitano a conferma, di come il coro sia oramai divenuto una eccellenza nella rappresentanza del nostro Paese. Tornando alla parte artistica le emozioni sono continuate in un crescendo di sorprese, coinvolgimento del pubblico e tanta simpatia coordinate dal “vulcanico” Zarbano.

E’ stata poi la volta della super ospite Stefanie Minatee, direttrice dei Jubilation Choir di Newark (New Jersey – U.S.A.), tanto attesa anche dai presenti ed accolta da applausi. La Minatee dopo aver salutato con un: “buonasera a tutti” si è lasciata intervistare dal puntualissimo Nick the Nightfly, che con cura di particolari, ha tradotto ogni singola parola per permettere a tutti i presenti la più ampia comprensione del momento emozionale che si stava vivendo: “Sono onorata per questa opportunità” ha detto la Minatee “Essere qui per me è meraviglioso e se Dio ha voluto questo, io voglio ringraziarlo con tutto l’amore che provo per Lui e voglio portare in tutto il mondo il Suo messaggio di pace e speranza attraverso la musica. Farlo questa sera con l’Italian Gospel Choir è per me una cosa unica”.

La direttrice americana ha poi guidato i nostri ragazzi sulle note di Nothing’s Gonna Stop Me, canzone scritta da lei e che per l’occasione il coro ha interpretato con una grinta incredibile. Ma i colpi di scena non sono finiti; infatti dopo l’esecuzione del brano la Minatee si è lasciata subito convincere ad intonare il popolare inno cristiano Amazing Grace. Con la sua voce graffiante e potente in puro “black style” ha fatto letteralmente accendere Piazza Duomo che le ha riconosciuto un applauso di oltre un minuto ed acclamazioni a non finire.

Ancora emozioni con il direttore Alessandro Pozzetto, che ha dato il meglio di sé lanciandosi in performance vocali sublimi e conducendo il coro in maniera egregia con improvvisazioni tanto care ai “gospeler” americani e guidando i 500 al massimo delle loro capacità.

Non poteva mancare il classico dei classici Oh Happy Day, per l’occasione interpretato, insolitamente, da Nick The Nightfly con la collaborazione vocale di Zarbano e Pozzetto. Rush finale carico ed esplosivo con due medley intervallati dai ringraziamenti nei confronti di coloro che hanno sostenuto e patrocinato il concerto.

Prossimo appuntamento, per il coro Nazionale, il 13 dicembre 2014 all’Auditorium Ranieri III nel Principato Di Monaco – Montecarlo. Per maggiori informazioni www.italiangospelchoir.it oppure 39.29.800.800.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.