Quantcast

Palazzo Farnese, la guida sul telefonino grazie a un’app foto

Investire sull’innovazione e, con essa, far crescere il nostro territorio e non solo. É questo il concetto sul quale poggia le fondamenta il progetto presentato stamane a ovvero un sistema, ideato con una tecnologia innovativa (Made in Piacenza) che guiderà l’osservatore ai tesori dei Musei Civici di Palazzo Farnese.

Più informazioni su

Investire sull’innovazione e, con essa, far crescere il nostro territorio e non solo. É questo il concetto sul quale poggia le fondamenta il progetto presentato stamane: un sistema, ideato con una tecnologia innovativa (Made in Piacenza) che guiderà l’osservatore ai tesori dei Musei Civici di Palazzo Farnese.

Basta ingombranti piantine: i percorsi ed i contenuti saranno visualizzabili con i propri smartphone o tablet con sistemi Apple (iphone 4s in poi e Ipad3) ed Android (dal 4 in poi). Basterà scaricare la app “Musei di Palazzo Fernese”. Poi, tramite bluetooth, il telefono o il Tablet riceverà informazioni, grazie alla tecnologia beacons, quando l’utente passerà accanto alle opere di cui sono presenti le spiegazioni. Chi possedesse dispositivi Apple e Android piú “anziani” potrà ottenere spiegazioni tramite QR code.

La tecnologia, che si chiama IMApp, é stata studiata da Marco Boeri di Utraviolet, azienda vincitrice, come ha spiegato il vice-sindaco Franco Timpano, della Start cup (il Comune di Piacenza premió il progetto con 3mila euro). La collocazione nelle sale del nostro Museo Civico é particolarmente significativa nell’ottica di Expo 2015 quando si pensa che numerosi visitatori arriveranno a Piacenza.

L’applicazione potrebbe essere utilizzata anche in numerosi altri contesti: dalle fiere agli ospedali, dagli alberghi agli aeroporti e parchi a tema. Negli Usa una tecnologia simile viene utilizzata negli stadi dove sono attive raccolte punti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.