Quantcast

Primarie, Bonaccini (Pd) “Balzani? Non è mai stato fuori da Forlì” foto

"Ridurre le liste d’attesa per le prestazioni specialistiche ospedaliere". E’ questo uno degli impegni assunti da Stefano Bonaccini, candidato Pd alle primarie per la presidenza della Regione Emilia Romagna, impegnato in un ciclo di incontri con i rappresentati della sanità, del mondo economico e agricolo di Piacenza.

Più informazioni su

“Ridurre le liste d’attesa per le prestazioni specialistiche”. E’ questo uno degli impegni assunti da Stefano Bonaccini, candidato Pd alle primarie per la presidenza della Regione Emilia Romagna, impegnato in un ciclo di incontri con i rappresentati della sanità, del mondo economico e agricolo di Piacenza. Bonaccini questa mattina ha visitato il pronto soccorso dell’ospedale, incontrando gli operatori e anche il sindaco Paolo Dosi. 

Al Baciccia ha poi incontrato altri amministratori locali e i giovani del Comitato “Piacenza per Bonaccini), come Claudia Borrè, sindaco di Zerba e la responsabile provinciale dei Giovani Democratici Francesca Mazzari. 

Nel pomeriggio, alla sala Bertonazzi del Palazzo dell’Agricoltura di Piacenza (via Colombo, 35) ha incontrato i rappresentanti delle categorie economiche e del mondo agricolo. La visita piacentina si è chiusa al circolo ricreativo “Quartiere IV” della Farnesiana. 

“Per essere in grado di “cambiare”, devi prima conoscere ciò che vuoi modificare. Non può essere solo uno slogan” dice Bonaccini, in riferimento all’altro candidato alle primarie, Roberto Balzani, ex sindaco di Forlì. “Credo sia uscito poco dai confini della sua città, invece io conosco bene il territorio, qui a Piacenza sono venuto tante volte. Non siamo ai confini dell’impero, ma questa è una delle porte di ingresso della Regione. Non è un territorio che va aiutato, ma che va accompagnato in un momento importante come questo, che vede la riforma delle Province e del Senato, nel quale gli enti locali possono giocare un ruolo importante, anche quelli più piccoli, scegliendo la strada dell’Unione e della fusione di Comuni”. 

“Io candidato dell’apparato? Posso contare sul sogno di 200 sindaci della Regione perché posso chiamarli per nome e cognome”. 

“Non ci sto a sentire che la nostra sanità fa schifo. In Emilia Romagna – continua Bonaccini – siamo al primo posto sui livelli essenziali di assistenza, lo dice il ministero. Un amministratore che non lo sa è meglio che cambi mestiere. Sono stati investiti 10 milioni per il nuovo pronto soccorso di eccellenza a Piacenza. Lo stesso per quanto riguarda l’ospedale di Fiorenzuola, questi investimenti della Regione dimostrano che non ci sono città di serie A e B. Certo serve migliorare. Tempi di attesa troppo lunghi, dobbiamo investire su questo per stabilizzare i precari della sanità, non per garantire a tutti posto fisso, ma perché migliori il servizio. Inoltre propongo che le prestazioni sanitarie negli ospedali vengano estese al sabato e domenica. E’ una sfida che voglio giocare fino in fondo, mettendoci le risorse che servono”.

PRIMARIE EMILIA-ROMAGNA?CENTRO DEMOCRATICO SI SCHIERA CON BONACCINI

“La Direzione Regionale di Centro Democratico dell’Emilia-Romagna ribadisce il valore delle primarie come strumento di partecipazione e di selezione democratica dei candidati. Allo stesso tempo e fin dal primo  momento abbiamo condiviso con le altre forze del centrosinistra i punti programmatici fondamentali per una regione più forte e con lo stesso spirito positivo e propositivo sosteniamo Stefano Bonaccini alle Primarie di domenica prossima”. Lo dichiara Elena Torri, coordinatrice regionale dell’Emilia-Romagna di Centro Democratico.

“Abbiamo del resto ben presenti le esigenze plurali della società emiliano-romagnola e le necessità che queste vengano portate a sintesi, con rispetto e con l’intento di valorizzazione, nell’azione di governo del nostro territorio. Da parte nostra l’impegno sarà massimo per dare un riferimento concreto all’elettorato moderato di centro-sinistra e contribuire al successo di Bonaccini prima e della coalizione poi, nell’interesse di tutti i cittadini della nostra regione – conclude Torri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.