Processo Cronaca, Boselli assolto in corte d’appello

Assoluzione piena “per non aver commesso il fatto”. E’ la sentenza emessa dalla corte d’appello di Brescia mercoledì mattina nei confronti di Massimo Boselli Botturi, ribaltando completamente la sentenza di primo grado che il 30 settembre del 2013 aveva condannato l’ex ad del quotidiano “La Cronaca”  (edizioni di Piacenza e Cremona) a 2 anni e e 6 mesi di reclusione.

Più informazioni su

Assoluzione piena “per non aver commesso il fatto”. E’ la sentenza emessa dalla corte d’appello di Brescia mercoledì mattina nei confronti di Massimo Boselli Botturi, ribaltando completamente la sentenza di primo grado che il 30 settembre del 2013 aveva condannato l’ex ad del quotidiano “La Cronaca”  (edizioni di Piacenza e Cremona) a 2 anni e e 6 mesi di reclusione.

Secondo l’accusa Boselli avrebbe truffato lo Stato, percependo indebitamente contributi per l’editoria: complessivamente 5 milioni 597.404,91 euro (la stessa cifra confiscata) incassati nel 2006 e 2007 “con ingiusto profitto” dalla cooperativa Nuova Informazione, che editava il quotidiano La Cronaca, e dalla Sep relativamente all’anno 2007. Accusa respinta in secondo grado, la corte d’appello ha infatti assolto con formula ampia Boselli, non essendo il reato caduto in prescrizione. 

In un’intervista a Cremonaoggi.it, Boselli afferma come in questa vicenda  “sono venute meno due voci a livello di giornali provinciali che a Cremona e Piacenza garantivano un pluralismo democratico. Tutto questo per una vicenda che si è definitivamente sgonfiata quest’oggi”. L’imprenditore esclude che le due testate possano ripartire, ma auspica che lo Stato possa scongelare i fondi già stanziati per ripianare situazioni debitorie e stipendi arretrati. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.