Provinciali, Maloberti (Lega) “Nessun accordo con chi ha sostenuto la riforma”

E’ un intervento a gamba tesa, quello del leghista Giampaolo Maloberti, ex consigliere provinciale e da poco responsabile degli enti locali per il Carroccio. 

“La riforma delle Province fa schifo, non si riducono i costi, ma solo la democrazia. Invece di far decidere ai cittadini chi comporrà il consiglio provinciale e chi lo guiderà, come dovrebbe essere, ci penseranno i segretari di partito”. E’ un intervento a gamba tesa, quello del leghista Giampaolo Maloberti, ex consigliere provinciale e da poco responsabile nazionale degli enti locali per il Carroccio. 

“La nostra intenzione era quella di stare fuori da questa partita, ma i i nostri rappresentanti sul territorio ci hanno chiesto di vigilare sull’andamento delle elezioni provinciali. Posso dire però che non stringeremo alcuna alleanza con il centrodestra che ha sostenuto la riforma Delrio e Renzi. Non faremo accordi con forze politiche di area democristiana: negli anni hanno cambiato il nome, ma la sostanza è la stessa. Noi denunciamo il poltronismo di esponenti di quello schieramento politico, un atteggiamento al quale, spero, gli scienziati del futuro possano porre rimedio”. Il riferimento, neanche troppo esplicito, è ai partiti Ncd – Udc. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.