Quantcast

Red Bull soapbox Race: in gara la “padella” di San Giorgio foto

La Red Bull Soapbox Race e` il gran premio delle automobili senza motore. Piloti amatoriali gareggiano al volante di vetture costruite in casa

Più informazioni su

“La Red Bull Soapbox Race e` il gran premio delle automobili senza motore. Piloti amatoriali gareggiano al volante di vetture costruite in casa, alimentate solo da coraggio allo stato puro e forza di gravita`. Gli attrezzi piu` importanti sono la creativita` e la voglia di competere, oltre, naturalmente, alla passione per la velocita`.

Quest’evento unico nel suo genere e` una vera e propria sfida per piloti esperti e dilettanti, che dovranno progettare e costruire soap box (carretti) dall’aspetto temerario e originale, per poi lanciarsi in discesa in una gara di velocita`. Dal 2000, anno della prima Soapbox Race a Bruxelles, Red Bull ha organizzato decine di questi eventi in tutto il mondo, dall’Australia al Sudafrica, dalla Giamaica agli Stati Uniti. Negli anni e` stato presentato ogni tipo di veicolo, da repliche di oggetti esistenti ai piu` stravaganti frutti dell’immaginazione. Torino ospiterà l’edizione italiana 2014 il prossimo 28 settembre”.

IL TUTTO NASCE DA..

Alberto Rubini, grande appassionato di auto e e sport estremi. E’ stato lui che ormai lo scorso Aprile, ha elaborato e spedito il progetto di “Carretto Padella” alla commissione Redbull la quale ci ha selezionato insieme ad altri 59 tra oltre 400 teams da tutta Italia.

IL TEAM e il CARRETTO di San Giorgio Piacentino (Piacenza) 

La presentazione:
Il nostro team è completamente Sangiorgino e si chiama “La Padella” in riferimento al carretto che ha la forma di padella ed è composto Alberto Rubini (pilota/Team Manager), Paolo Ivo (spingitore/meccanico), Matteo Vigevani (meccanico), Paolo Cammi (spingitore/addetto stampa), Simone Cellini (pilota/costumista), Filippo Castaldi (meccanico), Alessandro Leleni (meccanico),Stefano Tinelli (meccanico).

Il carretto sta per essere ultimato ed è stato costruito per la maggior parte con materiale di riciclo e rispettando i restringenti paramentri imposti dalla commissione come peso max 100kg, lunghezza max 3mt, freni separati da volante ecc.
Aspetto molto importante su cui stiamo ancora lavorando è la presentazione pre gara sul palco, dove il team dovrà inscenare una gag che poi verrà valutata dai giudici insieme all’estetica del carretto e al tempo di percorrenza

LA GARA:
la gara si svolge a Torino il 28 settembre nei dintorni di P.zza Crimea, lungo una discesa di 500 mt, resa ancora più insidiosa da curve paraboliche, salti e ostacoli.
I team sono però dovranno presentarsi per i controlli sui mezzi fin dal 27 pomeriggio e successivamente depositare i carretti nel Paddock.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.