Quantcast

Un trionfo di brindisi all’Ortrugo per il Valtidone Wine Fest foto

Pieno successo per l’appuntamento di Borgonovo della più grande rassegna del vino piacentino

Più informazioni su

Sono arrivati dal Piemonte e dalla Lombardia, dalla Liguria, dal Veneto e più in là per rendere omaggio all’Ortrugo, che ieri a Borgonovo ha inaugurato con più di 1200 brindisi il primo dei 4 appuntamenti dedicati al vino del Valtidone Wine Fest. Già di prima mattina il tendone allestito in Piazza Garibaldi ha ospitato visitatori, degustatori, appassionati e semplici curiosi che hanno potuto assaggiare l’ortrugo di 25 cantine della Val Tidone, oltre ai prodotti tipici della zona, a partire dalla Chisöla, la focaccia coi ciccioli, prodotto DeCo, celebrata nella 48° edizione della sagra organizzata dalla Pro Loco.

“Siamo giunti alla quinta edizione del Valtidone Wine Fest – ha sottolineato l’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Piacenza Manuel Ghilardelli – e siamo in costante e continua crescita, a testimonianza che solo facendo squadra tra Enti, associazioni e produttori si può realizzare un evento che sia richiamo turistico e di valorizzazione territoriale ed economica per questa splendida vallata”.

E il WineFest ha attirato nel pomeriggio anche personaggi del calibro di Edoardo Raspelli, il più famoso giornalista del settore in Italia, che da fine mese inizierà a condurre per il diciassettesimo anno su Canale 5 la fortunata trasmissione Melaverde, ideata dall’agronomo Giacomo Tiraboschi nel 1998 e giunta alla puntata numero 482. Raspelli si è intrattenuto con i produttori, degustando alcuni degli ortrugo proposti, tra cui quello de La Pioppa, azienda vitivinicola di Fornello (ZIano) che ha ricevuto in mattinata il premio come “testimone dell’eccellenza dell’ortrugo della Val Tidone” assegnato da una giuria ad hoc presieduta da Roberto Gazzola.

“Qualche anno fa ho depositato in Camera di Commercio uno slogan che ogni tanto mi viene rubacchiato: TerraTerritorioTradizioni – ha ricordato Edoardo Raspelli, che ha potuto anche visitare il castello di Castelnovo, dove si tenevano le degustazioni guidate – Terra è il suolo che calpestiamo, che coltiviamo, che ogni tanto distruggiamo. Territorio è l’ambito geografico di quella data Terra. Tradizioni sono gli usi, i costumi , i dialetti ( come direbbe Pier Paolo Pasolini ) legati a quella Terra, a quel Territorio.. E’ anche il mio stile di vita, non solo l’emblema di Melaverde. Sono emozionato quando (come anche a Borgonovo Val Tidone) ritrovo, nei suoi grandi ristoranti, nei suoi piatti, nelle sue feste, questi profumi, questi odori , questi ingredienti , magari allineati lunghi i banchi di un’affollata,partecipata manifestazione”.

Ad accompagnare da madrina Edoardo Raspelli nella sua visita al Valtidone Wine Fest, Liubetta Novari, 19 anni appena compiuti, studentessa all’alberghiero di Salsomaggiore Terme(Parma), interprete del programma televisivo di Fabrizio Berlincioni “Uno chef chez moi” su TeleLibertà ( l’emittente dello storico quotidiano di Piacenza ). Modella di Valeria Marini, Liubetta Novari ha appena conquistato il titolo nazionale di miss “La più bella del mondo” alla Baia Imperiale di Gabicce Mare(Pesaro e Urbino).Il concorso è oggi curato dal pavese Cesare Morgantini ma è stato ideato 17 anni fa dal piacentino Pierluigi Ferrari. In questi giorni , sempre in provincia di Piacenza, è stata anche la madrina della 1°Sagra dello Scalogno Piacentino (a Castelvetro) e venerdì prossimo parteciperà a Castell’Arquato alla tradizionale manifestazione storica.

A concludere la due giorni del Valtidone Wine Fest a Borgonovo, la partecipata sfida tra cocktails a base di ortrugo, un modo originale e nuovo per assaporare il vino piacentino, che è stata particolarmente apprezzata non solo dai giovani. Successo anche per le visite guidate proposte dall’agenzia Atlante, da Villa Caramello di Fontana Pradosa al Castello di Castelnovo, protagonista sabato sera di un originale set per la rappresentazione di una travagliata e fiabesca storia d’amore.

“Siamo davvero molto soddisfatti di queste giornate – ha affermato il Sindaco di Borgonovo Roberto Barbieri – e un grazie va di cuore a tutti coloro che hanno collaborato alla perfetta riuscita di questi eventi. Il Valtidone Wine Fest è un’ottima vetrina per l’orturgo e uno splendido modo per unire le forze di tutta la valle”. Concetti ribaditi anche dall’Assessore Matteo Lunni che, ne ricordare l’importante appuntamento di Expo 2015 a cui guarda con attenzione anche il Wine Fest, ha sottolineato come “eventi di questo genere sono un ottimo strumento per la promozione del territorio”.

Mentre va in archivio la tappa borgonovese, la macchina organizzativa del Valtidone Wine Fest è già in moto per preparare il secondo appuntamento che tra sabato 13 e domenica 14 celebrerà a Ziano la Malvasia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.