Quantcast

Vento d’Expo, arriva il sostegno di Cariparma

E’ stata consegnata nei giorni scorsi e direttamente dalle mani del Direttore Territoriale Piacenza e Pavia di Cariparma Crédit Agricole Maurizio Crepaldi

Più informazioni su

VENTO D’EXPO: ARRIVA IL SOSTEGNO DI CARIPARMA

Albano, Coldiretti: “Un segnale importante sintomo di attenzione al tema della crescita dell’export e di investimento sul territorio”

E’ stata consegnata nei giorni scorsi e direttamente dalle mani del Direttore Territoriale Piacenza e Pavia di Cariparma Crédit Agricole Maurizio Crepaldi, la lettera di conferimento del contributo che impegna il Gruppo Cariparma nel progetto Vento d’Expo, il progetto di Incoming iniziato nel luglio 2014 e che accompagnerà i produttori piacentini nella sfida dell’internazionalizzazione per poter affrontare meglio la sfida Expo 2015.

Il progetto, che ha visto la partecipazione di Coldiretti, Upa Federimpresa, Unione Commercianti, Consorzio Agrario Terrepadane, Consorzio di Bonifica, Consorzio Piacenza Alimentare, Confindustria ed il sostegno della Camera di Commercio, proseguirà nella stagione autunnale con dei corsi ad hoc per i produttori ed un incoming di giornalisti e blogger esteri che, dopo averla vissuta, potranno raccontare l’“esperienza Piacenza” al mondo qualificando ulteriormente la nostra provincia come territorio vocato alla vinificazione di qualità.

“In questo progetto, afferma Massimo Albano, direttore Coldiretti Piacenza, abbiamo investito insieme alle altre organizzazioni del territorio nella speranza di poter innalzare la reputazione del vino piacentino all’estero; e a beneficiare di questa rinnovata reputazione, sarà non solo il comparto vitivinicolo che, sulla base di questa, potrà affrontare in autonomia nuovi mercati ma anche il resto del territorio che potrà vantare un bagaglio di esperienza sul fronte dell’ospitalità e l’accoglienza senz’altro utile in vista dell’appuntamento del 2015. Quello che è più importante sottolineare è che si tratta di un progetto di lungo periodo, fatto di piccoli tasselli sulla base dei quali poter costruire un’internazionalizzazione dei mercati, non solo vitivinicoli ma di tutto l’agroalimentare, solida e duratura e l’appoggio degli istituti di credito su questa partita, oltre che degli altri soggetti economici promotori, è un segnale importante sintomo di attenzione al tema della crescita dell’export e di investimento sul territorio.”

“In questi anni segnati da una difficile congiuntura economica, dichiara Maurizio Crepaldi, direttore territoriale Piacenza Pavia Cariparma Crédit Agricole, il settore vitivinicolo, che è tra i più importanti del sistema agroalimentare del nostro Paese, vive un positivo periodo di rinnovamento con l’immissione sul mercato di prodotti competitivi a livello internazionale e che rafforzano il marchio del Made in Italy. Expo 2015 è un’opportunità unica perchè ci offrirà un target qualificato e la possibilità di generare un indotto considerevole per tutta la provincia.

Noi del Gruppo Cariparma Crédit Agricole abbiamo aderito con piacere al progetto di Incoming, in continuità con lo storico impegno che ci lega al territorio piacentino, alle associazioni di categoria e al tessuto economico e produttivo locale. Le aziende che operano nel mondo del vino, e nell’agricoltura più in generale, sono testimoni di una cultura secolare ma nello stesso tempo aperte all’innovazione tecnologica. Noi siamo al loro fianco, ottimisti riguardo al futuro e pronti a raccogliere insieme nuove sfide.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.