Quantcast

A Monticelli aglio protagonista della fiera, il taglio del nastro

Taglio del nastro con le autorità per la 39ª Fiera dell’Aglio a Monticelli d’Ongina in provincia di Piacenza, in programma dal 3 al 6 ottobre 2014

Più informazioni su

Taglio del nastro con le autorità per la 39ª Fiera dell’Aglio a Monticelli d’Ongina in provincia di Piacenza, in programma dal 3 al 6 ottobre 2014. Accanto al sindaco di Monticelli Michele Sfriso l’ospite Luca Sardella, e la vicepresidente vicario del gruppo Pd alla Camera Paola De Micheli, con l’assessore regionale Paola Gazzolo e il candidato Pd alle regionali Alessandro Ghisoni.

Una tradizione antica, quella della fiera che negli anni ha continuato a vivere e ad essere voluta ed aspettata da un numero sempre più crescente di consumatori e appassionati attenti al gusto e alla qualità dei prodotti. Quattro giorni intesi, dove Monticelli si trasforma riempiendo le sue strade di mercatini, stand gastronomici e musica, dando la sensazione piacevole di fare un salto nel passato tra tradizioni culinarie e il sapore dei prodotti lavorati come una volta. 

Quest’anno con un ospite d’eccezione: alla CO.P.A.P., Cooperativa Produttori Aglio Bianco Piacentino, ci sarà il conduttore televisivo Luca Sardella.

Nella capitale dell’Aglio, come ogni ottobre, per quattro giorni i riflettori si accendono sul protagonista assoluto: l’Aglio Bianco Piacentino, una varietà locale unica. La sua eccellenza è garantita dal lavoro della CO.P.A.P., la Cooperativa Produttori Aglio Bianco Piacentino nata per tutelare la produzione di questa varietà locale esclusiva. 

Non poteva dunque che essere qui, nelle terre piacentine, dove da anni si coltiva il migliore aglio nazionale, la Fiera. “Monticelli d’Ongina – ha dichiarato Giuseppina Serena della Cooperativa Produttori Aglio Bianco Piacentino – è conosciuta come la capitale dell’Aglio perché è qui che si coltiva da sempre una varietà locale molto antica e ricercata. Con molto impegno quotidiano da parte del Consorzio di Tutela dell’Aglio Bianco Piacentino e della C.O.P.A.P. siamo riusciti a ridare la giusta importanza a un’eccellenza locale”.
Il suo sapore, marcato ed avvolgente, ne consente l’utilizzo di minori quantità per arrivare sempre ad ottimi risultati. Inoltre, la lavorazione effettuata a mano e l’essicazione naturale al sole conferiscono all’aglio ulteriore valore e qualità. Gustare per credere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.