Quantcast

Giornata del Risparmio, gli studenti alla Banca di Piacenza FOTO foto

Destinatari dell’iniziativa - denominata “APErisparmio” - sono stati i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado della nostra città, invitati ad un evento nato con l’obiettivo di ricordare e far capire agli studenti l’importanza di cominciare a risparmiare sin da giovani. Buone pratiche da assimilare durante la crescita, quindi, per poter costruire meglio e in modo più concreto il proprio futuro. Una mattinata che è stata animata da conversazioni di finanza e di macroeconomia, giochi, e quiz per testare la partecipazione ed il livello di apprendimento degli studenti.

Più informazioni su

La Banca di Piacenza ha celebrato nella mattinata di oggi, venerdì 24 ottobre, la Giornata Mondiale del Risparmio con un’iniziativa dedicata al mondo giovanile.

Giunta quest’anno alla sua novantesima edizione, la Giornata Mondiale del Risparmio è legata al nome del grande economista italiano Maffeo Pantaleoni che ne ispirò la proclamazione in un discorso tenuto in occasione del Primo Congresso Internazionale del Risparmio, svoltosi a Milano nel 1924.

Il parallelismo tra risparmio ed educazione della società sottolineato da Pantaleoni durante il suo discorso, è stato il filo conduttore dell’iniziativa promossa dall’Istituto di Credito di via Mazzini che si è svolta in Sala Panini di Palazzo Galli.

Destinatari dell’iniziativa – denominata “APErisparmio” – sono stati i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado della nostra città, invitati ad un evento nato con l’obiettivo di ricordare e far capire agli studenti l’importanza di cominciare a risparmiare sin da giovani. Buone pratiche da assimilare durante la crescita, quindi, per poter costruire meglio e in modo più concreto il proprio futuro. Una mattinata che è stata animata da conversazioni di finanza e di macroeconomia, giochi, e quiz per testare la partecipazione ed il livello di apprendimento degli studenti.

Il tutto, seguito da un aperitivo finale – rigorosamente analcolico – per concludere un’iniziativa che, nelle intenzioni della Banca di Piacenza, è stata proposta anche allo scopo di arricchire ulteriormente il percorso extradidattico previsto dalle scuole a beneficio dei giovani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.