Quantcast

Inchiesta Safwood, Gabrielli (Protezione civile): “Parte civile nel processo”

Sulla vicenda relativa a un’inchiesta della Procura di Piacenza che ha scoperto una presunta fornitura in legno fasulla proprio del balcone crollato a Preturo, nell’ambito di un’indagine sul crac della ditta Safwood, il capo della Protezione civile ha detto di essersi gia’ presentato parte civile

“Qualora venisse accertata la frode nelle pubbliche forniture la Protezione civile si costituira’ parte civile”. Lo ha detto il prefetto Franco Gabrielli – come riporta l’agenzia nazionala Agi – commentando a L’Aquila l’inchiesta della Procura che, con ordinanza firmata dal gip Giuseppe Romano Gargarella, ha disposto il sequestro di 800 balconi di diversi progetti Case (complessi antismici sostenibili ed ecocompatibili). In particolare si tratta di 22 piastre per 494 unita’ abitative.

L’indagine della magistratura era scattata agli inizi di settembre a seguito del crollo di un balcone del progetto Case di Cese di Preturo. I sequestri dei balconi, ad opera della forestale, sono iniziati stamani. Oltre alla frode in pubbliche forniture (si parla, in particolare di legno), i reati ipotizzati nel fascicolo aperto per ora contro ignoti, sono di crollo colposo e omissione di lavori in edifici che minacciano la rovina.

Prefetto dell’Aquila nel periodo immediatamente successivo al sisma, Gabrielli ha parlato in citta’ a margine della presentazione, promossa dall’Universita’ degli Studi Internazionali – Unit della “Civil protection and emergency Academy, polo didattico insediato nel centro storico per lo studio, la formazione e la ricerca scientifica in materia di protezione civile e aspetti economici coinvolti nella messa in sicurezza, nel ripristino e nella ricostruzione del patrimonio storico e ambientale.

“Ci costituiremo parte civile – ha quindi spiegato Gabrielli – quando ci sara’ l’accertamento della frode, al contrario di quello che si vuole sempre rappresentare, cioe’ l’esistenza di una sorta di associazione a delinquere che nel tempo ha arrecato danni a questo territorio”.

VICENDA SAFWOOD DI PIACENZA – Sulla vicenda relativa a un’inchiesta della Procura di Piacenza che ha scoperto una presunta fornitura in legno fasulla proprio del balcone crollato a Preturo, nell’ambito di un’indagine sul crac della ditta Safwood, il capo della Protezione civile ha detto di essersi gia’ presentato parte civile.

“Come al solito arriviamo sempre un po’ prima – ha detto ai giornalisti. Ci siamo presentati parte civile nel procedimento penale instaurato a Piacenza perche’, al di la’ delle contingenze, i procedimenti penali si possono sviluppare sul piano del tempo anche in altri territori. Nella vicenda di Piacenza la societa’ Safwood e’ coinvolta in un procedimento penale aperto perche’ c’e’ una tematica che attiene alla scorrettezza con la quale la societa’ in questione ha partecipato agli appalti, falsificando la documentazione finanziaria”, ha concluso il prefetto. Intanto la Procura di Piacenza ha inviato gli atti a quella dell’Aquila.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.