Quantcast

La lezione di Panatta: “Educare allo sport per educare alla vita” foto

Adriano Panatta è testimonial d’eccezione di un evento sportivo e formativo promosso dall’Agenzia Generale di Piacenza Generali Ina Assitalia, che ha preso il via oggi e continuerà domani, presso la società "Canottieri Nino Bixio"

Più informazioni su

Adriano Panatta è testimonial d’eccezione di un evento sportivo e formativo promosso dall’Agenzia Generale di Piacenza Generali Ina Assitalia, che ha preso il via oggi e continuerà domani, presso la società “Canottieri Nino Bixio”. Stage di tennis e incontri formativi nella prima giornata ed un vero e proprio torneo di doppio ad eliminazione diretta, nella seconda, il tutto sotto la supervisione e la partecipazione diretta del grande campione italiano.
 
“Sono molto contento – spiega Adriano Panatta – di poter vivere un’esperienza di gioco, di competizione, di formazione ed educazione sportiva nella splendida cornice di Piacenza, città che amo molto. Saranno due giornate molto intense, e mi auguro partecipate, perché infondo il tennis, come tutte le discipline sportive, ha una sua storia da raccontare, valori educativi e motivazionali da trasmettere, utili baluardi nella vita personale e professionale di tutti quanti noi”.
 
Il campione, intervistato vicino al campi da tennis, ha evidenziato il problematico rapporto tra sport a scuola italiana. “Siamo molto indietro rispetto ad altri Paesi Europei – ha spiegato -. Premesso questo (e visti i risultati degli atleti) possiamo affermare che lo sport italiano fa miracoli”.
 
Poi, riguardo al tennis: “Questo sport non è in crisi – ha detto -: bisogna constatare che rispetto ad anni fa il ventaglio di offerta si è ampliato”. Conseguenza è che il numero di atleti è spalmato nelle varie discipline. “Il tennis non è semplice – ha aggiunto – non essendo uno sport di squadra ma individuale. Bisogna far capire che l’eccellenza individuale è necessaria in qualsiasi sport: la Roma senza Totti non sarebbe la Roma che conosciamo”. Il concetto, ha ribadito, “è applicabile anche nella quotidianità”. Tanto da confermare che “educare allo sport significa educare alla vita”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.