Milestone, Jam session di Halloween

Venerdì 31 ottobre 2014, il Milestone di via Emilia Parmense 27, sede del Piacenza Jazz Club, ospita la prima jam session della nona stagione, alla quale sono invitati tutti i musicisti che vogliano esprimere il loro amore per il jazz suonando insieme gli standard e il blues.

Più informazioni su

Venerdì 31 ottobre 2014, il Milestone di via Emilia Parmense 27, sede del Piacenza Jazz Club, ospita la prima jam session della nona stagione, alla quale sono invitati tutti i musicisti che vogliano esprimere il loro amore per il jazz suonando insieme gli standard e il blues.
 
Il concerto inizierà alle ore 21.15 (ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi), ma già dalle 20.30 sarà possibile accedere alla sala. Oltre alla musica, venerdì sera al Milestone sarà protagonista anche la ricorrenza di Halloween, con una festa a tema nella quale saranno ben accetti tutti coloro che, ciascuno secondo il proprio estro, vorranno sfoggiare travestimenti o anche solo piccoli particolari in tema.
 
Fin dagli albori del Jazz, le jam session hanno giocato un ruolo centrale nella evoluzione di questa forma d’arte, ma soprattutto hanno contribuito ad esaltare e stimolare la crescita degli artisti.
La jam session, cara a tutti i musicisti e ad ogni jazz club che si rispetti, è una riunione di strumentisti che si ritrovano per una performance musicale, senza aver nulla di preordinato, se non il fatto che gli standard eseguiti sono ben noti a tutti e permettono a chiunque di improvvisare su schemi armonici già conosciuti. 
Il termine è nato negli anni venti negli ambienti jazz, si è poi diffuso anche nel rock e allude ad una “mescolanza” di musicisti di diversa estrazione: alle jam possono partecipare musicisti di tutti i livelli.
La tradizione consolidata prevede che il gruppo esponga il tema del brano, poi ogni musicista ha spazio per alcuni chorus di improvvisazione ed infine viene ripreso il tema iniziale. Le jam sono una stimolante occasione che può insegnare qualcosa anche ai jazzisti più esperti, dove le sorprese sono sempre ben accolte. Leggendarie negli anni ’40 furono le jam session del club di New York “City Minton’s Playhouse”, che dopo l’orario di chiusura ospitava musicisti come Ben Webster e Lester Young ed i giovani della nuova leva bebop come Thelonious Monk, Charlie Parker e Dizzy Gillespie: questi incontri spesso si trasformavano in vere e proprie competizioni fra virtuosi. Venerdì sera saranno molti i musicisti, ben noti al pubblico, che si alterneranno sul palco del jazz club per contribuire alla festa con il loro strumento; al Milestone amiamo mantenere questa tradizione e dare così l’opportunità ai musicisti, di ogni provenienza e livello, di esprimersi e dimostrare la loro crescita artistica. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.