Quantcast

Nasce un nuovo asilo a Piacenza, apertura l’anno prossimo foto

Dalla collaborazione tra pubblico e privato nascerà il nuovo asilo in via Sbolli a Piacenza. Si tratta di un asilo estremamente innovativo con proposte educative, tra cui insegnamenti in lingua inglese e proiezione all’esterno per educare alla natura e all’esplorazione

Più informazioni su

Dalla collaborazione tra pubblico e privato nascerà il nuovo asilo in via Sbolli a Piacenza. Si tratta di un asilo estremamente innovativo con proposte educative, tra cui insegnamenti in lingua inglese e proiezione all’esterno per educare alla natura e all’esplorazione, di natura sperimentale in linea con le esigenze di una società multietnica e multiculturale. L’apertura dell’asilo, indirizzato a bambini di età 1/5 anni, é prevista per l’anno scolastico 2016/2017.
 
“Come amministrazione – ha detto il sindaco Paolo Dosi – cerchiamo di mantenere i servizi esistenti e di migliorarne l’offerta”. Il nuovo asilo nascerà nel popoloso quartiere Galleana. “Confapi, all’interno del proprio momento assembleare ha manifestato la volontà di collaborare con l’amministrazione per la creazione di una proposta educativa innovativa”.
 
Ad introdurre l’argomento é stato l’assessore al nuovo welfare Stefano Cugini. “Le amministrazioni devono prendere di petto i momenti di difficoltà – ha detto. “Il welfare non é solo sostegno alle fasce in difficoltà: significa benessere di tutta la collettività che va fatta crescere, dando dei messaggi importanti”. “Oggi non presentiamo solo una struttura, presentiamo un programma pedagogico che trae spunto da esperienze nord europee”. Un ringraziamento è andato all’ex assessore provinciale alle Politiche scolastiche Pierpaolo Gallini che, da subito, ha sostenuto il progetto.
 
“Questo é un sogno che Confapi ha lanciato a giugno, nell’assemblea del decennale – ha detto Cristian Camisa di Confapi  -: in Italia solo il 13% delle persone parla correttamente la lingua inglese rispetto al 30% europeo”. Presente, in rappresentanza di Confapi, anche il direttore Andrea Paparo.
 
“É bello vedere crescere con una sinergia ampia – ha detto Giorgio Cisini – i lavori di riqualificazione  del Quartiere San Giuseppe”. Questo é l’ultimo tassello; é fatto di alloggi sociali (dalla Regione 600mila euro) e asilo (430mila euro di contributo Regionale, transitato per la Provincia a cui si aggiunge quello di Confapi). “Nel quartiere esiste già un polmone verde – ha aggiunto – ed una biblioteca per i piú piccoli. É bello vedere un quartiere popolare storico di Piacenza con contenuti cosí importanti”.
 
“Il progetto é sviluppato – ha detto Stefano Cavanna di Acer che realizzerà materialmente i lavori  -: l’asilo sarà in legno ed avrà una particolare attenzione per il risparmio energetico”. Nel complesso troverà sede anche un’esperienza di portierato sociale e un presidio per la mediazione culturale.
 

SCARICA LA CONVENZIONE

PLANIMETRIA

PIANTE

PROSPETTI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.