Quantcast

Nuove imprese, contributo a fondo perduto dalla Camera di commercio  

La domanda va presentata entro il 5 dicembre prossimo, corredata dalle fatture pagate

Più informazioni su

Un contributo economico dalla Camera di commercio per i nuovi imprenditori

La domanda va presentata entro il 5 dicembre prossimo, corredata dalle fatture pagate

Piacenza, 22 ottobre 2014 – La Camera di commercio nell’ambito del progetto O.A.S.I. (Orientamento, Assistenza tecnica, Servizi finanziari per Imprese nuove a valere sui fondi dell’Accordo di programma tra il Ministero dello Sviluppo economico e l’Unioncamere per il 2012) sostiene e promuove la creazione e l’avvio di nuove imprese attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto. La somma complessiva a disposizione per l’erogazione dei contributi ammonta ad euro 40.000,00.

Possono chiedere il contributo i soggetti che hanno partecipato alla formazione ed al test di apprendimento previsti dal bando di partecipazione al progetto O.A.S.I. In via residuale potranno concorrere i neoimprenditori che dovranno aver avviato l’attività dopo il 17 febbraio 2013.

Tutte le spese dovranno essere documentate e dovranno essere sostenute nel periodo dal 17 febbraio 2014 al 31 dicembre 2014.
L’entità massima del contributo concedibile è fissata in Euro 4.000,00, per ogni impresa.

“La presente iniziativa rientra nel progetto composito che la Camera di commercio ha proposto nel 2014 agli aspiranti imprenditori” ha segnalato il Presidente camerale Giuseppe Parenti “Si tratta di un progetto che ha voluto far crescere la formazione di chi si avvicina all’idea imprenditoriale ma che cerca di far superare lo scoglio dell’avvio anche mettendo a disposizione delle risorse economiche. Perché possa esistere chi crede nella possibilità dell’intrapresa, nonostante la crisi.”

Aspetti tecnici del bando
Tra le spese ammissibili vi sono quelle relative all’acquisto di beni a utilità pluriennale (investimenti) collegati all’avvio dell’impresa (a condizione che siano nuovi di fabbrica e che non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni) qualificabili in investimenti di miglioria del locale quali: illuminazione (es.lampade, plafoniere, neon), insegne, vetrine, tende solari, arredi, attrezzature, macchinari e altri beni strumentali strettamente pertinenti alla attività esercitata (comprese le spese per la manodopera di installazione), acquisto di strumentazione informatica necessaria all’adeguamento tecnologico dell’attività; computer, periferiche, lettori per pagamenti bancomat e carte di credito; acquisto di attrezzature ed impianti per la sicurezza: video-sorveglianza, antifurto, mezzi di dissuasione ed anti-intrusione;mezzi di trasporto strettamente strumentali all’esercizio dell’attività. Le autovetture saranno ammesse solo nel caso in cui siano lo strumento principale con il quale si svolge l’attività (es. taxista). Non sono ammesse le tasse e gli altri costi per la messa su strada.

Sono ammesse ad agevolazione anche le spese relative alla gestione e avvio dell’attività rientranti nel seguente elenco:
– onorario notarile (per la costituzione di società o per l’atto di acquisto di locali ad uso aziendale)
– spese per prestazioni di servizi: spese di pubblicità, promozione, spese per servizi connessi all’attività di commercializzazione e vendita (progettazione e sviluppo sito internet, implementazione dell’e-commerce);
– spese di progettazione e sviluppo di software specifico.

Le domande dovranno essere compilate sulla modulistica disponibile sul sito della camera di commercio (www.pc.camcom.it) e dovranno essere inviate per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it dal 1 ottobre 2014 al 5 dicembre 2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.