Pruno divelto. L’assessore Rabuffi: “Atto vergognoso” foto

Pubblichiamo la denuncia del Comitato spontaneo tra cittadini Amici del Facsal relativo ad un atto vandalico avvenuto sul Pubblico Passeggio: i vandali hanno divelto un pruno ornamentale che era stato piantumato due anni fa nel giardinetto adiacente al Liceo Scientifico.

Più informazioni su

“Devo prendere atto, ancora una volta con estrema amarezza, che la stupidità dei vandali non conosce limiti. Mi dispiace usare certi termini, ma francamente non ne trovo altri per definire chi, senza motivo se non quello di rispondere a un istinto distruttivo, si accanisce in questo modo contro una pianta che costituisce, al pari degli arredi urbani o dei giochi di un giardino, un bene pubblico”.

E’ dura, la condanna dell’assessore alla Città Sostenibile Luigi Rabuffi, a fronte di quanto denunciato in primo luogo dall’associazione Amici del Facsal nei pressi del liceo Respighi, dove è stato divelto un esemplare di pruno ornamentale.

“Un albero in piena salute – sottolinea l’assessore Rabuffi – il cui danneggiamento è ancor più vergognoso se si pensa che in questi giorni dovremo andare ad abbattere, in diverse aree della città, 46 esemplari di varie specie, perché secchi o morti e in condizioni tali da mettere a rischio la sicurezza dei cittadini. Ringrazio di cuore, comunque, gli Amici del Facsal per l’attenzione che dedicano al più bel viale della nostra città”.

***
LA DENUNCIA DEL COMITATO SPONTANEO AMICI DEL FACSAL 

Siamo a segnalare purtroppo che due giorni fa, i vandali-delinquenti sono tornati ad agire sul Pubblico Passeggio: costoro hanno divelto un bellissimo Pruno ornamentale che era stato piantumato circa due anni fa nel Gardinetto del Liceo Scientifico.

Il dispiacere è stato fortissimo nel vedere questo albero, che ben si era adattato insieme ad altri della stessa specie, accasciato a terra con la sua bellissima chioma rossa appoggiata nell’erba: solo chi ama la natura può comprendere la rabbia ed il senso di impotenza che si provano nel vedere tanto accanimento feroce. Il fatto che questi delinquenti rimangano impuniti, non è certo un deterrente  per impedire altri episodi simili: la prova è nel fatto che stiano aumentando a dismisura i danni al patrimonio pubblico.

L’invito che facciamo a tutti è di segnalare e denunciare sempre eventuali atti di vandalismo a cui capita di assistere, piccoli o grandi che siano. Non possiamo e non dobbiamo accettare passivamente comportamenti che danneggiano i luoghi che amiamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.