Quantcast

“Radici” un Festival per scoprire il Sud del mondo

Dal 14 al 19 Ottobre, Piacenza viaggia e ti fa viaggiare. Musica, dibattiti, sfilate di moda, cibo, immagini e racconti per scoprire gli intrecci con il resto del mondo

Più informazioni su

Dal cantautore Lorenzo Monguzzi che, reduce dalla turnè nei teatri italiani al fianco di Marco Paolini, presenta il suo ultimo lavoro “PortAverta”, all’attualissimo spettacolo teatrale POP ECONOMIX che racconta origini e retroscena della crisi economica, passando per le testimonianze dei 15 piacentini del progetto “In Viaggio con Erodoto/Kamlalaf” che con foto e racconti ci accompagneranno nei loro viaggi in Guatemala, Senegal ed Uganda, introdotti dal giornalista di Radio Popolare Raffaele Masto; e ancora cene e cibo dal mondo a cura dell’assortito gruppo di cuochi del collettivo “Il Mulo”, la sfilata di moda con le produzioni della stilista burkinabè e la sua collezione “Ara Couture”, e le proposte di viaggi solidali e scambio culturale in Armenia, nate dall’esperto ed amante di culture mediorientali Federico Alpi.

“RADICI – FESTIVAL SUD DEL MONDO: nasce dall’iniziativa di un nutrito gruppo di giovani che in questi anni ha viaggiato e vissuto all’estero, sorge il festival Radici, con l’obiettivo di portare a Piacenza la cultura, l’arte ed il pensiero di Paesi e popoli del Sud del mondo, troppo spesso raccontati solo in occasioni di catastrofi naturali ed emergenze umanitarie.

Dopo l’anteprima di Luglio, che ha esplorato le produzioni cinematoagrafiche del sud del mondo, ora il Festival lascia spazio a musica, spettacoli, racconti di viaggio, cucina etnica”

Di seguito il programma giorno per giorno:

MARTEDI’ 14/10. Ore 21. Auditorium “Il Samaritano” (via Giordani 12, PC): POP ECONOMIX. Uno spettacolo teatrale che racconta in modo ironico e divertente la crisi globale che ci ha investito, le prospettive, le (anche nostre) responsabilità www.popeconomix.org ingresso libero

MERCOLEDI’ 15/10. Ore 20. Cucina della Coop. La Magnana (strada Magnana 20, PC) CENA MULTICULTURALE a cura di collettivo ” Il Mulo” Materie prime biologiche e a km0 si trasformano in specialità di Iran, Senegal ed Asia centrale. Cucinati da cuochi internazionali.
(prenotazioni a gianluseba@gmail.com oppure cell. 3494563456)
www.progettoilmulo.blogspot.it/p/il-progetto.html

VENERDI’ 17/10. Ore 21. Auditorium Sant’Ilario (via Garibaldi 17, PC) IL BELLO DELLE DONNE. Sfilata di moda africana con le creazioni di Ara couture, accompagnata dalla voce della cantante mozambicana DYVA, e ristorata dalla pasticceria mediterranea della nostra amica K. e delle donne senegalesi dell’associazione Adip Associazione Diaspora Yoff Di Piacenza ingresso libero

SABATO 18/10. Ore 15.30. Sala dei Teatini (via Scalabrini 9, PC)
IN VIAGGIO CON ERODOTO/KAMLALF
i racconti, le testimonianze, le foto dei giovani che hanno partecipato all’omonimo
progetto ed hanno conosciuto da vicino le realtà sociali di GUATEMALA, SENEGAL ed UGANDA.
Introduce RAFFAELE MASTO, inviato di RadioPopolare per il continente africano, e autore del blog BUONGIORNO AFRICA www.buongiornoafrica.it/

Ore 21.
LORENZO MONGUZZI in concerto. Accompagnato dal violoncello di Daniela Savoldi, il cantautore lombardo presenta il suo album solista PORTaVERTA http://www.lorenzomonguzzi.it/ ingresso libero

DOMENICA 19/10. Ore 15. Auditorium Sant’Ilario (via Garibaldi 17, PC)
UN MONDO DI TRADIZIONI. Laboratorio di cosmesi naturale con prodotti dal mondo;?angolo dedicato allo scambio di sapere: artigianato dal mondo, con le opere raccolte dal viaggiatore Carlo Noci

VIAGGI di CONOSCENZA in ARMENIA.
Federico Alpi viaggiatore e studioso di lingua e cultura armena, ci porta in viaggio verso quelle terre sconosciute:?con racconti, foto, e con una proposta concreta per un viaggio di conoscenza e scambio culturale da svolgersi nell’estate 2015

Nel corso del Festival sarà lanciato e promosso un concorso di video e reportage di viaggio rivolto a tutto il territorio nazionale, che vedrà coinvolti nella giuria anche studenti delle scuole superiori di Piacenza. In primavera 2015 le migliori proiezioni e la consegna dei premi.

E ancora: una mappatura di tutte le associazioni della provincia di Piacenza che operano all’estero, per far emergere i rapporti tra la nostra città ed il Mondo.
“La vera cultura è mettere radici e sradicarsi. Mettere radici nel più profondo della terra natia. Nella sua eredità spirituale. Ma è anche sradicarsi e cioè aprirsi alla pioggia e al sole, ai fecondi rapporti delle civiltà straniere..” (Leopold Sedar Senghor, poeta e primo presidente della repubblica del Senegal)

Il festival è sostenuto da Regione Emilia Romagna e Comune di Piacenza.

Il programma completo in allegato, ed anche a questo link diretto:
www.festivalradici.it/festival

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.