Quantcast

Riqualificazione Borgofaxhall, taglio al traffico con la nuova viabilità

Viabilità dell’area Borgofaxhall, in vista del progetto di riqualificazione dell’intera zona. Questo il tema al centro della commissione, presieduta da Guglielmo Zucconi, che vede come relatore l’assessore all’Urbanistica Silvio Bisotti

Viabilità dell’area Borgofaxhall, in vista del progetto di riqualificazione dell’intera zona. Questo il tema al centro della commissione, presieduta da Guglielmo Zucconi, che vede come relatore l’assessore all’Urbanistica Silvio Bisotti.

L’ingegnere Emilio Fanzini dell’ufficio mobilità del Comune ha anticipato che l’impatto sulla viabilità sarà migliorativo rispetto all’attuale. “In via Primogenita abbiamo 520 passaggi di pullman – ha spiegato – sia dell’urbano che dell’extraurbano al giorno, in entrambi i sensi. Con la nuova viabilità si riducono a 350 e 400 al giorno, a seconda del senso di marcia. L’ingresso in via Dei Pisoni (per la nuova autostazione) sposta il traffico alleggerendo il carico che gravita in stazione”.

Passando invece alla viabilità privata, è stato previsto l’accesso di un nuovo parcheggio sul viale Primogenita. Lo spostamento degli uffici comunali già annunciato a Borgofaxhall non comporterà un aumento del traffico, perché si tratta di uffici tecnici e non prevedono un forte accesso di utenti.

Andrea Gabbiani M5s fa presente che la riqualificazione di Borgofaxhall, con lo spostamento della stazione dei bus, non può essere affrontato senza una revisione del piano urbano del traffico. “Mi chiedo se si sia valutato l’effettivo carico viabilistico su quella zona – dice – è un comparto molto complesso. Se si chiude l’autostrada rischiamo di trovarci in un ingorgo unico”.

“Allo stato attuale credo che la cosa migliore sia quella di far circolare quante più informazioni possibili sull’intera operazione – interviene Andrea Tagliaferri (Pd) – in modo da poterci mettere nelle condizioni di valutarla al meglio”.

“Mi fa piacere che anche da parte della maggioranza ci siano perplessità a due giorni dal l’approdo della determina in consiglio – interviene Massimo Polledri (Lega Nord).

Risponde Bisotti: “Sicuramente le soluzioni che andremo a individuare mirano a garantire una viabilità che, partendo dal retro del consorzio agrario, possa ricongiungersi alla Lupa. Non escludiamo nemmeno anche la possibilità futura che se si verifica la delocalizzazione dei binari nella parte Nord (previa disponibilità di Rfi) la possibilità di realizzare un sovrappasso che unisca la zona dell’ex mercato ortofrutticolo. Lo ribadirò anche lunedì in consiglio comunale resta aperta la disponibilità a introdurre delle modifiche. Si tratta di linee guida. Dagli approfondimenti fatti, in maniera rigorosa, ci sembra che il progetto sia fattibile. Dal punto di vista economico, il tutto sarà certificato da una perizia eseguita da un perito nominato dal Tribunale di Piacenza”.

“Non abbiamo alcuna fretta nel risolvere i problemi di Coemi Properties, e non esiste alcun accordo vincolante con Coemi per la realizzazione di questo progetto – puntualizza l’assessore Bisotti -. Aspettiamo l’esito del consiglio comunale. Noi abbiamo a cuore i problemi di Piacenza, e questa area è uno di problemi della città. Si potrebbe obiettare che si tratta di un problema di privati, peccato che Borgofaxhall fosse stato ideato secondo un piano di riqualificazione che non è stato rispettato, e che prevedeva impegni anche con l’amministrazione. Ribadisco, questo non è un progetto definitivo, ma linee guida”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.