Tasse, classifica della riscossione. Piacenza è 26esima con il 75,7%

E’ Reggio Emilia la capitale della buona riscossione in Italia, con oltre l’87% di tasse e tributi incassati sul totale delle richieste. Seguono tra le emiliane Modena, al settimo posto, e Bologna al 15esimo, Piacenza al 26esimo posto (75,7%)

Più informazioni su

E’ Reggio Emilia la capitale della buona riscossione in Italia, con oltre l’87% di tasse e tributi incassati sul totale delle richieste. Seguono tra le emiliane Modena, al settimo posto, e Bologna al 15esimo, Piacenza al 26esimo posto (75,7%), mentre Parma è nella parte bassa della classifica, visto che “dimentica” di riscuotere più di un euro su tre di quelli chiesti ai suoi cittadini. Sono questi i risultati di un’analisi condotta dal Bureau Van Dijk e pubblicata ieri dal Sole 24 Ore, che rivela la quantità di tasse e tariffe non riscosse dai comuni capoluogo tra 2008 e 2012.

Un parametro che risulterà sempre più importante, visto che la riforma dei bilanci degli enti locali ha imposto di prevedere un fondo crediti nei bilanci proporzionale ai buchi di riscossione e, poi, anche perché la legge di stabilità ha legato al grado di successo nella riscossione la possibilità per i Comuni di ridurre la stretta del Patto di stabilità, liberando così fondi già a disposizione delle amministrazioni che prima non potevano essere utilizzati.

Secondo l’indagine dunque la media di successo nella riscossione tra i capoluoghi è del 66,5%, con Vibo Valentia in fondo col 43,5% di riscossione e Reggio Emilia che svetta in cima alla classifica con 648 euro tra tributi e tariffe richiesti ad ogni cittadino in media, che vengono incassati per l’87,1%. Prima di Bolzano (86%), Bergamo e Trento (entrambe all’85%). Modena è tra Sondrio e Savona al settimo posto con 861 euro richiesti e l’81% di successi, mentre Bologna, al 15esimo posto, ha una richiesta decisamente più alta, 1.102 euro di cui 745 di tributi e 358 di tariffe, che riscuote al 79%. Seguono Ferrara al 18esimo col 78,1%, Piacenza al 26esimo posto (75,7%), Forlì al 30esimo (74,7%) e Rimini al 50esimo col 71,1%. Più staccate Ravenna al 64esimo posto col 67% e soprattutto Parma, al 68esimo, che viaggia sotto la media nazionale col 65,1% di tributi riscossi nel quinquennio tra 2008 e 2012.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.