Quantcast

Una cena della solidarietà per Africa Mission FOTO foto

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni della grande “cena di solidarietà” di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo, è tornato l’ormai tradizionale appuntamento con la condivisione e la fraternità promosso

 “Dove c’è solidarietà, c’è gioia” e la gioia è capace di cambiare la vita alle persone. Questo è  il messaggio che ha unito i 50 volontari che hanno risposto all’appello di Africa Mission per organizzare a Piacenza la 5°cena di beneficienza che, prima di avere lo scopo di raccogliere fondi, vuole essere un’occasione per promuovere i valori di solidarietà che sono la ragione di vita di Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo.
 
L’ottima cucina degli 11 amici di Procida insieme all’aiuto dei 14 volontari della Parrocchia di Santa Franca, il servizio professionale prestato dai 12 ragazzi dell’Istituto alberghiero piacentino e la presenza, allegra e gioviale, dei 10 ragazzi della compagnia folk “Zi’Riccardo e Le Donne della Tamorra”  hanno dato il tocco di festa  e hanno trasformata la cena in un momento di unione e di allegria, mettendo i commensali nella predisposizione d’animo per godere a pieno della serata. 
 
La cena è stata aperta dalla compagnia folk, con un saggio della vitalità che esprime Tamorra, seguito dal saluto di Don Maurizio, che ha dato la chiave di interpretazione della serata: un momento di incontro fra culture e fra persone, con lo stesso bisogno di gioia e di solidarietà. È poi intervenuto dell’assessore Tiziana Arbasi, che ha portato il saluto del sindaco di Piacenza e dell’amministrazione comunale, al quale è seguita la testimonianza delle volontarie Antonella Romano e Michela Gaino che hanno trasmesso ai presenti le emozioni dell’esperienza vissuta in Uganda nell’agosto scorso durante il progetto Kamlalaf-Vieni e Vedi. 
 
 Le 300 persone presenti alla festa hanno avuto modo di gustare un menu che ha rielaborato il concetto di “diverso da sé”, come testimonianza di un mondo che cambia e si sta rinnova continuamente. Gli chef procidani hanno voluto contaminare tipiche ricette del sud d’Italia con ingredienti classici piacentini, offrendo come piatto forte della serata: “Pisarei con cozze e gamberi”, molto apprezzati dagli invitati. Inoltre, le aziende Torre Fornello e Effe & Perini hanno messo disposizione un vino specifico per ognuna delle 4 portate e il Caffè, offerto della Torrefazione Musetti, ha chiuso la serata.
 
Erano presenti amici venuti appositamente da Treviso, Urbino e, oltre l’assessore Albasi, gli assessori Katia Tarasconi e Gulia Piroli, con i quali stiamo realizzando progetti nel settore socio educativo e della comunicazione. A sorpresa ha partecipato alla serata Roberto Reggi, già sottosegretario al istruzione e oggi Direttore dell’Agenzia del demanio, che ha salutato gli amici di Africa Mission esprimendo stima e amicizia e incoraggiando i volontari a continuare a portare avanti questo servizio in favore dei poveri dell’Africa. Anche il Direttore del settimanale diocesano, don Davide Maloberti, ha voluto partecipare e offrire in omaggio ai presenti una copia dell’ultimo numero del Nuovo Giornale.
 
Durate la serata gli ospiti hanno potuto visitare un’esposizione di oggetti Africani e sono stati offerti i biglietti della lotteria provinciale  “Vinci se Doni” che verrà estratta il prossimo 19 dicembre. Importante è stata la visione del filmato girato a settembre 2014, per il posizionamento nel mare di Procida della targa sommersa commemorativa di don Vittorione nel 20° della morte, al termine del quale, è stata lanciata un’importante sfida per settembre 2015: restituire il dono degli amici di Procida, ossia organizzare un incontro nella loro isola per far gustare loro la cucina piacentina.
 
In chiusura di serata gli ospiti hanno reso omaggio allo chef e a tutti i volontari che hanno reso possibile la realizzazione di una serata davvero piacevole per tutti, ricca di stimoli e di provocazioni alla solidarietà, serata che per i volontari si è concluda alle 4.00 di mattina dopo la pulizia e la sistemazione della sala, stanchi ma felici di aver donato una bella serata ai presenti e offerto un ottimo servizio ad Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.