Quantcast

Acquedotto di Coli, ripristino in tempi record

Ripristino delle funzionalità in tempi da record e supporto concreto alla comunità intera e al comparto agricolo attraverso la messa in sicurezza generale del locale acquedotto rurale. È questo il complesso intervento che il Consorzio di Bonifica di Piacenza ha effettuato nei giorni scorsi mettendo in campo l’opera specializzata dei suoi tecnici nel Comune di Coli.

Più informazioni su

Ripristino delle funzionalità in tempi da record e supporto concreto alla comunità intera e al comparto agricolo attraverso la messa in sicurezza generale del locale acquedotto rurale. È questo il complesso intervento che il Consorzio di Bonifica di Piacenza ha effettuato nei giorni scorsi mettendo in campo l’opera specializzata dei suoi tecnici nel Comune di Coli.
 
In questo caso specifico il valore aggiunto concreto dell’operazione ultimata dalla Bonifica del valore complessivo di oltre 160 mila euro è rappresentato proprio dalla tempistica di esecuzione dell’opera.
Il personale ha provveduto infatti, in uno stretto lasso di tempo, a risistemare le condotte di prelievo e distribuzione dell’acquedotto situato in località Costa-Scabiazza-Caminata-Roncaiolo-Lago nel comprensorio di Coli.
 
Il sindaco di Coli Luigi Bertuzzi, alla presenza di autorità e maestranze consortili, ha direttamente testimoniato – nel corso dell’inaugurazione – la valenza del rapido intervento e ha sottolineato l’ importanza dell’attività del Consorzio di Bonifica di Piacenza impegnato con puntualità a salvaguardare il territorio e le sue infrastrutture.
 
L’acquedotto rurale, costruito nel 1968 dall’ex Consorzio di Bonifica Montana Appennino Piacentino, da quasi mezzo secolo è custodito con attenzione dalla Bonifica piacentina che provvede con propri contributi e finanziamenti regionali ad eseguire la manutenzione ordinaria e straordinaria garantendo così l’approvvigionamento idrico ad uso potabile agli utenti di una grande fetta del comprensorio montano in sponda destra del Trebbia.
 
Le opere realizzate hanno riguardato la sostituzione di circa 6.500 m di condotte con delle nuove in polietilene di vario diametro, ed il rifacimento di ben 90 allacci alle utenze esistenti. Questo intervento ha consentito inoltre di abbattere le eventuali perdite della rete migliorando notevolmente la fornitura idrica dei serbatoi di riserva e impedendo possibili infiltrazioni inquinanti nelle vecchie condutture ancora in ferro.
 
All’evento, chiamati a spiegare nel dettaglio i lavori di ripristino dell’acquedotto nel territorio di Coli e più in generale la rilevanza della manutenzione preventiva e puntuale, erano presenti il Presidente del Consorzio piacentino Fausto Zermani e il neo direttore Massimo Bonacini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.