Quantcast

Basta bamboccioni con “Garanzia giovani”, presentato a Spazio 2 il piano regionale foto

I giovani non sono Bamboccioni, sono scoraggiati. Rinunciano ad investire sul futuro. Non studiano e non lavorano. Sono 6mila a Piacenza, il 15% del totale (in Italia si parla del 22%), come ha spiegato l’assessore comunale alle politiche giovanili Giulia Piroli, quelli che vivono cosí.

Più informazioni su

I giovani non sono bamboccioni, sono scoraggiati. Rinunciano ad investire sul futuro. Non studiano e non lavorano. Sono 6mila a Piacenza, il 15% del totale (in Italia si parla del 22%), come ha spiegato l’assessore comunale alle politiche giovanili Giulia Piroli, quelli che vivono cosí. “Auspichiamo di lavorare tutti insieme – ha detto – per cambiare questa situazione. Perché i giovani, futuro della nostra città, siano favolosi”. Un aiuto può arrivare dal Piano regionale “Garanzia giovani”. L’iniziativa, promossa dal Consiglio dell’Unione Europea per favorire l’inserimento occupazionale della fascia d’età tra i 15 e i 29 anni, per l’Emilia Romagna ha già visto sottoscrivere, con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, specifiche misure di attuazione illustrate durante l’incontro a Spazio 2.
 
“É un progetto importante, basti guardare ai numeri – ha detto Paola Galvani, consigliera provinciale edilizia scolastica, scuola e lavoro -. La Regione sta investendo tanto 74,2 milioni di euro per puntare sulla formazione e sui tirocini”. Il segnale é forte. Ma i dati Istat sono fortemente preoccupanti: “Dal 2008 ad oggi i dati dell’occupazione sono in caduta libera sia per la fascia di età 15/25 anni che dai 25/34. I dati sono in continuo peggioramento tanto che abbiamo un dato di disoccupazione, oltre i 25 anni, del 26%”. “Dobbiamo far qualcosa – ha aggiunto -, il dato é allarmante. Garanzia Giovani é un’opportunità da cogliere”.
 
A portare avanti il progetto sarà una sinergia di forze tra le quali spiccano la Provincia e il Comune. “Il progetto – ha detto il vicesindaco Franco Timpano – é iniziato nel periodo del Governo Letta. Ha funzionato bene a Piacenza nonostante la situazione economica sia estremamente peggiorata”. Timpano ha evidenziato, dando un’anteprima, che nelle prossime settimane il Comune di Piacenza ed Aster creeranno uno sportello appositamente pensato per sostenere la creazione di impresa.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.