Buone pratiche dell’acqua e rispetto dell’ambiente. Studenti al Consorzio di Bonifica foto

Concluso il Decennio UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Il Presidente Zermani, “Prioritario insegnare ai ragazzi i valori dell’acqua e dell’educazione ambientale”

Più informazioni su

Ben 160 bambini delle scuole elementari di Caorso e Monticelli hanno preso parte a “Educ-azione è civiltà, esempio e rispetto”, progetto promosso dal Consorzio di Bonifica di Piacenza che si è tenuto questa mattina al cinema-teatro Fox di Caorso.

L’iniziativa, che rientrava nell’ambito della 9^ ed ultima edizione di “Per Buona Educ- azione”, ha concluso il Decennio UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005- 2014. E proprio con il benestare di UNESCO, che lo ha inserito nel proprio programma nazionale degli eventi, il Consorzio ha preso per mano la generazione del futuro per educarla, già da giovanissima, all’imprescindibile necessità di un futuro più equo ed armonioso, attraverso il rispetto del prossimo, la difesa delle risorse della Terra e la sensibilizzazione verso il valore dell’educazione.

Alla giornata hanno preso parte gli studenti delle classi elementari 4^ e 5^ dell’Istituto Comprensivo di Monticelli. Presenti, oltre al Presidente del Consorzio Fausto Zermani e al Dirigente dell’Istituto Manuela Bruschini, anche il Presidente Coldiretti della Sezione di Caorso Giampiero Cremonesi; alcuni assessori comunali locali; ed esponenti delle associazioni la cui collaborazione ha permesso la riuscita delle attività in programma.

Molteplici le tematiche trattate durante i laboratori ludico/didattici e le lezioni formative svoltesi presso la scuola elementare di Caorso e la piccola palestra adiacente: l’educazione alimentare, la corretta conservazione dei cibi, il valore delle api per il nostro pianeta. Inoltre la divertente animazione di Lorenzo Bonazzi ha permesso ai ragazzi di comprendere appieno il rispetto per l’ecosistema ambientale e le sue risorse, illustrando il valore sociale del governo delle acque sul territorio e il ruolo della Bonifica con il suo spettacolo “Racconti di ponti, storielle di ombrelli, ovvero….per l’acqua che scende e che sale c’è sempre un canale” (ideato dall’Unione Regionale delle Bonifiche dell’Emilia Romagna – URBER e dai Consorzi associati).

“È fondamentale insegnare agli studenti che la sostenibilità è il solo equilibrio che può riportare l’uomo al centro dell’ambiente – ha dichiarato il Presidente Fausto Zermani – in tal modo i ragazzi, adulti di domani, cresceranno con la piena consapevolezza di un messaggio positivo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.