Quantcast

Ecipar, ecco i 16 diplomati “Operatori dell’automazione” foto

Partecipata cerimonia di consegna dei diplomi per i sedici “Operatori dell’Autoriparazione” che oggi, presso l’officina-laboratorio di CNA-Ecipar, sono stati formalmente abilitati alla loro nuova professione.

Più informazioni su

Partecipata cerimonia di consegna dei diplomi per i sedici “Operatori dell’Autoriparazione” che oggi, presso l’officina-laboratorio di CNA-Ecipar, sono stati formalmente abilitati alla loro nuova professione. Alla presenza del prefetto Anna Paolombi, del presidente provinciale della CNA, Dario Costantini, del direttore Enrica Gambazza, dell’assessore comunale alla formazione Giulia Piroli, del presidente della Camera di Commercio Giuseppe Parenti e di altri numerosi ospiti, è stata sottolineata l’importanza dei percorsi di qualificazione professionale, soprattutto nell’attuale momento storico caratterizzato da una disoccupazione giovanile molto alta.

“Mi complimento con voi per il traguardo che avete raggiunto – ha detto il prefetto Palombi – un traguardo che potrà offrirvi un aiuto importante per l’accesso al mondo del lavoro, ma che al tempo stesso garantisce anche una sorta di continuità per quei lavori artigianali che proprio grazie ai giovani non corrono il rischio di scomparire”. I sedici neo diplomati hanno frequentato due diversi corsi – di 2.000 e di 3.000 ore – di istruzione e formazione professionale organizzati da Ecipar, l’ente di formazione della CNA che dal 2010 è accreditato per l’organizzazione di questi percorsi introdotti alcuni anni fa dalla Riforma Gelmini. I corsi, rivolti a ragazzi dai 15 ai 18 anni, prevedono la frequenza di un primo anno presso un istituto scolastico secondario, e un biennio successivo presso un Ente di formazione accreditato come Ecipar.

Corsi con cui vengono formati operatori in grado di individuare i guasti degli organi meccanici di un autoveicolo, di riparare e sostituire le parti danneggiate e di effettuare la manutenzione complessiva. “Grazie all’impegno dei docenti di Ecipar e dei nostri associati che fungono da formatori – ha detto Costantini – oltre il 60% dei nostri diplomati riesce ad inserirsi in breve tempo nel mondo del lavoro. Voi siete il futuro del nostro artigianato, un settore meraviglioso fatto di imprenditori geniali e capaci, che proprio grazie alla loro esperienza stanno combattendo e arginando la crisi”. Concetti ribaditi anche dal presidente della Camera di Commergio, Giuseppe Parenti, che ha sottolineato l’impegno di CNA a favore dei giovani.

“Questa è una delle associazioni di categoria che più si attiva a favore dei giovani – ha sottolineato Parenti rivolgendosi ai neo diplomati – e voi ne siete la dimostrazione. Voi rappresentate il presente e il futuro dell’artigianato e mi augurio che qualcuno di voi, con un po’ d’esperienza e di intraprendenza, possa un giorno fare un ulteriore passo importante e diventare imprenditore”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.