Quantcast

Elezioni, Ghilardelli (Lega) “Imprese femminili che chiudono, fermiamo questa emorragia”

Imprese femminili; Ghilardelli (Lega Nord): “Imprese femminili che chiudono: fermiamo questa emorragia” - intervento di Manuel Ghilardelli, candidato consigliere della regione Emilia Romagna per la Lega Nord di Piacenza

Imprese femminili; Ghilardelli (Lega Nord): “Imprese femminili che chiudono: fermiamo questa emorragia” – intervento di Manuel Ghilardelli, candidato consigliere della regione Emilia Romagna per la Lega Nord di Piacenza
 
“Continua la lenta ed inesorabile moria di imprese in Emilia Romagna e purtroppo anche la provincia di Piacenza non è immune da questa epidemia”, è il commento di Manuel Ghilardelli, candidato della Lega Nord alle prossime elezioni regionali del 23 novembre, ai dati pubblicati nei giorni scorsi riguardo la situazione regionale.
 
Il dato più sconfortante riguarda la situazione delle imprese femminili iscritte alla Camera di Commercio che tra il settembre 2013 il settembre 2014 hanno subito una contrazione del 6%. A Piacenza alla fine di settembre risultavano iscritte 6.489 imprese femminili, cioè il 21,2% delle imprese complessive. “La situazione sta assumendo dimensioni preoccupanti e non possiamo più nasconderci dietro la crisi: è importate mettere a punto azioni dedicate che incentivino e sostengano le imprese femminili perché sono una colonna portante dell’intera economia. Insomma, non devo essere io a spiegare che in quanto a carisma, creatività ed intraprendenza, le donne hanno una marcia in più”, prosegue Ghilardelli.
 
“Dove sono finiti gli incentivi all’imprenditoria femminile? Sono anni che non esistono più, ma si continua a parlarne creando false illusioni. In tutti i settori commerciali ci sono imprenditrici femminili capaci che lavorano ogni giorno con impegno ed entusiasmo, e ce ne sono altrettante che hanno desiderio di mettersi alla prova e trasformare in azienda le proprie idee e le proprie passioni. Il sostegno della Regione è fondamentale e deve trasformarsi da diritto in obbligo, da possibilità in opportunità”, prosegue il candidato della Lega Nord, “temi come l’accesso al credito, la riduzione delle imposte e contratti di lavoro accessibili sia per le imprese che per i dipendenti, sono temi centrali in questo momento di crisi così difficile”.
 
“E non dimentichiamo l’ampio tema della conciliazione tra lavoro e famiglia, anche questo diventato indispensabile per la sopravvivenza e il successo delle imprese femminili e/o familiari. Asili con rette sostenibili, maggior controllo sulle graduatorie per gli accessi, orari flessibili e sostegno economico per baby sitter e asili nido, non sono argomenti fantascientifici e irrealizzabili, ma rappresentano la realtà di un Paese evoluto con un’economia sana”, conclude Ghilardelli.  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.