Quantcast

Elezioni, Molteni “Sbarchi responsabilità di politica buonista”

Immigrazione clandestina e sicurezza, questi i due temi al centro dell’incontro con l’onorevole Nicola Molteni della Lega Nord, cui hanno partecipato anche due dei candidati alle elezioni regionali del 23 novembre, Manuel Ghilardelli e Matteo Rancan. 

Immigrazione clandestina e sicurezza, questi i due temi al centro dell’incontro con l’onorevole Nicola Molteni della Lega Nord, cui hanno partecipato anche due dei candidati alle elezioni regionali del 23 novembre, Manuel Ghilardelli e Matteo Rancan.

“A Piacenza – hanno detto – abbiamo dei dati preoccupanti. Il 65 per cento della popolazione carceraria delle Novate è straniera”. 

 
“Il clima di questa campagna elettorale è eccellente – afferma l’onorevole Molteni – c’è voglia di Lega e di a livello nazionale e regionale. La gente è stanca, ha paura e per questo è tornata a votare Lega.
 
Ad Augusta in Sicilia sono sbarcati pochi minuti fa 600 clandestini. Siamo oltre i 150000 sbarchi in Italia. Alfano è il peggior ministro dell’Interno mai avuto, l’operazione Mare Nostrum è costata 1,2 miliardi di euro che potrebbero essere destinati ad altro, ai terremotati, alle nostre famiglie, ai nostri cittadini. Gli sbarchi sono responsabilitá unica di questa politica buonista, mentre i reati continuano ad aumentare”.
 
“In questo momento – continua – alla Camera stanno votando emendamenti legge stabilitá, la Lega ha presentato emendamenti per destinare risorse alle forze di polizia, ma la sinistra li ha bocciati tutti. Il Governo sta smontando quanto fatto di buoni da Maroni: nelle prossime settimane arriverà il sesto decreto svuota carceri, il furto potrebbe non essere più punito.
 
Il governo sta per smantellare 267 presidi di polizia, a Piacenza la polizia postale e il presidio dell’ospedale. Sottolineo che smantellare la polizia postale vuol dire legittimare reati di pedofilia e truffe online. Inoltre verranno tolti mille agenti della polizia di frontiera, e ciò significa favorire l’invasione che sta avvenendo nel nostro paese. Questo è il governo che chiude i presidi di polizia ma non i campi rom.
 
Essere sicuri vuol dire essere liberi, la gente vuole cambiare e può farlo solo con la Lega che è l’unica vera alternativa a Renzi. L’Emilia Romagna è un feudo espugnabile e noi lo espugneremo”.
 È un governo che tutela clandestini e delinquenti e sanziona gli italiani.
 
“Tanta gente – dice il candidato consigliere Matteo Rancan – ha voglia di Lega, ed è un segno che stiamo lavorando bene. Il mio slogan è prima i piacentini perchè il governo non dà importanza agli emiliani. Il Governo anche regionale non dà spazio ai giovani per investire nel futuro. In provincia devono rimanere almeno il 50% delle tasse, anche per assegnare incentivi ad associazioni di quartiere per il controllo del territorio soprattutto in zone dove la sensazione di insicurezza è alta”.
 
“La Regione – aggiunge il candidato consigliere Manuel Ghilardelli – deve intervenire per non discriminare i cittadini. Dovrebbero essere previsti bandi pubblici per finanziare la messa in sicurezza degli enti pubblici, con servizi di videosorveglianza e vigilanza privata. Sul fronte economico, dovrebbero essere introdotti bandi per il privato per finanziare aziende agricole e commercianti che sono lasciati ai loro stessi. Sono fondi che la Regione può trovare, esattamente che abbiamo fatto con la Provincia”.
 
Domani mattina il leader del Carroccio Matteo Salvini sarà di nuovo a Piacenza, in questo caso a Caratta dove è previsto l’arrivo di nuovi profughi. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.