Quantcast

Gratuità autobus per bambini. Raggi (Idv): “Altri criteri oltre all’altezza”

Pubblichiamo l’interrogazione urgente, a risposta orale, sul tema della gratuità dei trasporti Seta

Più informazioni su

Pubblichiamo l’interrogazione urgente, a risposta orale, sul tema della gratuità dei trasporti Seta. “In data 17 aprile 2014 – scrive Samuele Raggi – un cittadino ha presentato segnalazione al Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza relativa alla materia della gratuità del trasporto pubblico presso Seta Spa per bambini di statura inferiore al metro”. “L’applicazione dell’altezza per la gratuità del servizio – continua – mette di fatto in una situazione di svantaggio alcuni soggetti rispetto ad altri della stessa età; viene violato il principio di non discriminazione, previsto dall’art. 2 della Convenzione delle Nazioni Unite”. 

Il consigliere chiede, quindi, “se sia stata sollecitata la Società SETA Spa al fine di adottare criteri oggettivi diversi dall’altezza per determinare la gratuità del servizio”. Poi: “se non si ritiene di rivedere il contributo dato agli over 65 e stabilire modalità più eque per la gratuità del servizio, nella consapevolezza che incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, soprattutto a minori accompagnati, porta benefici enormi all’intera collettività, e non solo in tema di viabilità e inquinamento”

OGGETTO: Interrogazione urgente a risposta orale.

Il sottoscritto consigliere comunale,

premesso che:

in data 17 aprile 2014 un cittadino ha presentato segnalazione al Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza relativa alla materia della gratuità del trasporto pubblico presso SETA Spa per bambini di statura inferiore al metro

in data 12 maggio 2014 il Garante ha chiesto chiarimenti al Comune di Piacenza e all’Azienda trasporto pubblico SETA Spa

in data 28 ottobre 2014, dopo aver acquisito le informazioni necessarie, il Garante ha risposto alla segnalazione rilevando che: il rispetto del principio del superiore interesse di ogni minore deve essere considerato un riferimento entro cui adeguare tutte le scelte che lo coinvolgono personalmente;

l’applicazione dell’altezza per la gratuità del servizio, mette di fatto in una situazione di svantaggio alcuni soggetti rispetto ad altri della stessa età;

viene violato il principio di non discriminazione, previsto dall’art. 2 della Convenzione delle N.U.;

e raccomandando:

all’Amm. Comunale di Piacenza di considerare sempre in maniera preminente l’interesse superiore dei minori e di adottare appropriati provvedimenti affinchè gli stessi siano tutelati contro ogni forma di discriminazione e garantiti nel loro diritto di accedere in modo equo e paritario alle opportunità offerte;

alla Società SETA Spa di ricorrere ad altri criteri oggettivi diversi dall’altezza per la gratuità del trasporto pubblico dei minori;

chiede di sapere:

quali azioni sono state intraprese per adempiere a quanto raccomandato dal Garante;

se sia stata sollecitata la Società SETA Spa al fine di adottare criteri oggettivi diversi dall’altezza per determinare la gratuità del servizio;

se non si ritiene di rivedere il contributo dato agli over 65 e stabilire modalità più eque per la gratuità del servizio, nella consapevolezza che incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, soprattutto a minori accompagnati, porta benefici enormi all’intera collettività, e non solo in tema di viabilità e inquinamento.

Piacenza, 13.11.2014
Samuele Raggi 

MOTIVO DELL’URGENZA:

E’ necessario intervenire immediatamente affinchè quanto raccomandato dal garante venga realizzato nei tempi più brevi possibili. In questo dovrà svolgere un ruolo primario il Comune sia nell’adottare provvedimenti per tutelare i minori contro ogni forma di discriminazione e nel sollecitare Seta Spa ad adottare criteri oggettivi diversi dall’altezza per la gratuità del servizio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.