Quantcast

Impianti termici, nuovi adempimenti. In Cna un convegno  foto

Erano circa un centinaio gli addetti ai lavori - tra elettricisti, impiantisti e termotecnidi - che l’altra sera hanno partecipato al convegno sulla nuova normativa regionale in materia di impianti termici.

Più informazioni su

Erano circa un centinaio gli addetti ai lavori – tra elettricisti, impiantisti e termotecnidi – che l’altra sera hanno partecipato al convegno sulla nuova normativa regionale in materia di impianti termici. L’incontro, promosso da Cna Installazione e Impianti, ha fatto luce sulla Delibera N. 1578 della Regione Emilia Romagna, pubblicata nei giorni scorsi sulla Gazzetta Ufficiale, che ha introdotto profonde ed importanti modifiche nell’ambito delle attività di manutenzione e controllo di impianti di riscaldamento, condizionamento, di cogenerazione e di teleriscaldamento.?

Dopo i saluti introduttivi del presidente provinciale di Cna, Dario Costantini, e del presidente dell’Unione Installazione e Impianti, Massimiliano Barilli, hanno preso la parola Moreno Barbani, responsabile regionale di Cna Installazione e Impianti, Paolo Zancani e la dottoressa Rossi dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Piacenza.?

“La nuova normativa regionale – ha detto Barbani – che dovrebbe presto essere integrata da altre disposizioni, introduce un nuovo modello di libretto d’impianto, nuovi rapporti tecnici di controllo, il catasto regionale degli impianti termici e un libretto cartaceo semplificato. Novità che, ovviamente, incideranno sull’attività di manutentori e installatori imponendo adempimenti al di fuori di quanto previsto dalle disposizioni nazionali”.?

Barbani si è soffermato in particolare sul nuovo libretto d’impianto regionale che sostituirà a tutti gli effetti quello ministeriale, e che dovrà contenere dati utili alla univoca individuazione dell’impianto e essere rilasciato per ogni singolo e distinto impianto presente all’interno di un’unità immobiliare. ?

Da parte degli altri relatori è stata invece sottolineata, fino all’emendazione del regolamento complessivo prevista per la primavera del 2015, la possibilità di compilare libretti cartacei, anziché in forma elettronica come previsto dalla Delibera regionale, e di consegnare agli enti preposti il Rapporto tecnico di controllo sempre in forma cartacea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.