Quantcast

Molinaroli (Copra): “Giocatori liberi da subito, io chiudo a giugno col volley”  foto

"Vogliamo fare chiarezza sulla situazione attuale, passata e futura, e poter mettere una pietra sopra sul caso Ruggieri". Lo dice Guido Molinaroli del Copra Volley Piacenza

Più informazioni su

“Vogliamo fare chiarezza sulla situazione attuale, passata e futura, e poter mettere una pietra sopra sul caso Ruggieri”. Lo dice Guido Molinaroli del Copra Volley Piacenza, durante la conferenza stampa al PalaBanca indetta per fare il punto della situazione.

Con lui il commercialista della Biancorosso Volley, Luca Bandera, il quale spiega di aver fornito, prima dell’estate, tutta la documentazione della società a Ruggieri. Sia Molinaroli che Bandera hanno voluto replicare ad alcune delle critiche avanzate da Dario Ruggieri, diventato socio di maggioranza della società e poi estromesso per non aver ottemperato ai pagamenti promessi.

’Si tratta degli stessi documenti che servono per iscrivere la squadra al campionato – dice Bandera – e in quella occasione mi era stato detto che erano sufficienti. L’ho anche incontrato personalmente e gli ho dato il mio biglietto da visita, forse lo ha perso visto che dice di non aver avuto i miei riferimenti. Ricordo che in base alla normativa vigente, le società devono avere revisori contabili. Quindi il nostro bilancio e’ certificato. Quando si parla di buco, di bilancio non chiaro, si tratta di boutade.

Visto che le obbligazioni del patto sottoscritto con Ruggieri non sono state adempiute (i bonifici promessi non sono mai stati effettuati), quindi il contratto e’ stato risolto. Rispetto poi al fatto di non poter aver accesso agli atti e ai conti correnti, ricordo che la normativa tutela in questo senso anche i soci di minoranza, figuriamoci quelli di maggioranza. Gli sarebbe stato sufficiente presentarsi in banca con una visura camerale per poter avere accesso ai conti correnti’.

’Noi abbiamo quindi abbiamo presentato un esposto in procura per tutelare noi e la squadra. La procura della Repubblica – dice Molinaroli – può poi avvalersi della polizia giudiziaria. La Guardia di Finanza e’ venuta da noi, avevamo concordato l’incontro perché aveva bisogno di controllare documentazioni contabile. Era una cosa formale, e devo rendere merito della velocità con la quale si è messa in moto la macchina della Procura’.

’Certi articoli pubblicati sul quotidiano locale – ha affermato Molinaroli – hanno fatto congelare fino a dicembre alcuni accordi importanti con due società che dovevano entrare come soci e come sponsor – prosegue Molinaroli -. Ripeto, la visita della Finanza era concordata e partita su un esposto fatto a nostra tutela. Ma l’Italia e’ fatta così. I processi si fanno sui giornali”.

“La cessione di Le Roux (giocatore partito per la Corea ndr) non c’entra nulla con questa situazione, e’ un’opportunità che è capitata e che sarebbe stupido non cogliere. Avevamo delle alternative, ma ovviamente abbiamo deciso di rimandare in attesa che si scongelino le trattative con sponsor e soci. Io cercherò di portare il campionato fino alla fine, ma avremo bisogno della collaborazione dei giocatori, che fino ad adesso sono stati squisiti”.

“Hanno fatto di più di quello che mi aspettassi. Noi lasceremo liberi da subito i giocatori che avranno possibilità di giocare in altre società. Loro avranno la tranquillità economica e, indirettamente, consentiranno alla società di risparmiare e di andare andare avanti a chi non ha ricevuto altre offerte. Io andrò avanti fino alla fine del campionato, continuo in questa scelta più di cuore che di testa”.

“Sgombro qualsiasi dubbio – ha detto il presidente del Copra Volley senza tanti giri di parole – che dopo questa scottata, non solo di Ruggieri ma anche di altri che dovevano darci una mano e poi di tirano indietro, proseguirò ancora nel volley dopo giugno prossimo. Dopo questa presa per il culo totale, io chiuderò punto e basta, la mia storia da solo finisce qua’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.