Quantcast

“Piacenza fanalino di coda della Regione” Con Fratelli d’Italia l’assessore lombardo Beccalossi 

I candidati piacentini hanno invitato l'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo della Regione Lombardia, on . Viviana Beccalossi.

Più informazioni su

‘Piacenza fanalino di coda negli interesse di una Regione, ora nel mirino della giustizia. La Regione dovrebbe tutelare i cittadini e i presidi territoriali’. Una storia diversa, invece, e’ quella della Lombardia, un esempio virtuoso per i candidati piacentini di Fd’I Tommaso Foti, Giancarlo Tagliaferri e Edoarda Ghizzoni (assente giustificata la quarta candidata, Anna Gregori). Per questo motivo hanno invitato l’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo della Regione Lombardia, on . Viviana Beccalossi.

‘Avevo detto che il finale di partita di queste elezioni sarebbero stati gli avvisi di garanzia – dice Tommaso Foti -. Non voglio speculare su questa vicenda, ma e’ ovvio che questo inciderà sulla partecipazione al voto alle elezioni. Va smantellato il potere rosso in Emilia, per questo respingiamo le critiche di quelli che dovrebbero essere considerati i nostri alleati. Noi guardiamo con sempre più interesse alla Lombardia, ed e’ stato un errore non approfittare al referendum. Anche senza il quorum, poteva essere un’arma importante nei confronti della Regione. Chiedo all’assessore Beccalossi di fare il possibile per poter avere il treno veloce per Expo, oltre a procedere alla svelta per risolvere la questione di Centropadane, per mettere a bando il tratto dell’A21 che ci interessa. Guardiamo con interesse alla Lombardia – prosegue – perché la sanità e’ migliore e costa meno. Qui in Emilia Romagna si guarda invece alle clientele e non ai cittadini’.

Beccalossi interviene per fare i complimenti ai neo consiglieri – assessori provinciali, appena eletti. ‘Queste sono elezioni difficili, perché sono di coalizione, e si svolgono su base provinciale, quindi bisogna mettersi le scarpe comode e cercare di incontrare i cittadini. La nostra e’ un’opposizione reale, forte. E se questo da fastidio a qualche nostro alleato non importa – prosegue -. Noi abbiamo il tricolore scolpito nel cuore, ma nonostante questo diamo la massima solidarietà a Matteo Salvini. Qui scontiamo un razzismo al contrario, siamo stanchi di questo buonismo strisciante di sinistra. La nostra passione e’ sempre la stessa: difendere i diritti dei cittadini, scavalcati nei diritti dagli stranieri e dai rom. Nel centrodestra c’è molta confusione, con inciuci strani qui in Provincia tra Pd e Forza Italia. Lo stesso e’ accaduto anche in Lombardia. Io credo che invece sarebbe necessario fare chiarezza, per questo occorre andare a votare, perché non e’ vero che nulla cambia. Piacenza potrebbe essere più lombarda di altre province gia’ lombarde. Spiace che sia poco considerata dalla sua Regione, perché e’ strategica’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.