Quantcast

Raccolta farmaci per Gaza, organizzata dalla rete “Restiamo umani”

Per cercare di dare una risposta concreta ai numerosi appelli che continuano a giungere dagli ospedali e dai medici di Gaza, a Piacenza si è costituita la rete “Restiamo umani”, composta da quasi 30 organizzazioni del mondo associativo, sindacale e del volontariato finalizzata a una raccolta di farmaci da inviare a Gaza dal 22 novembre al 15 gennaio

Più informazioni su

Tra l’8 luglio e il 26 agosto, con l’operazione “Margine protettivo”, Israele reagiva al rapimento e all’uccisione di tre suoi ragazzi scatenando l’inferno su Gaza. Il bilancio dell’attacco è di 2139 morti nella Striscia e più di 8600 feriti. I bombardamenti hanno distrutto ospedali, ambulanze e altre strutture sanitarie, rendendo impossibili le cure a feriti e malati. Infrastrutture idriche, servizi fognari e per il trattamento dei rifiuti sono stati distrutti: più di metà della popolazione di Gaza non ha accesso all’acqua potabile, e i rischi di epidemie sono altissimi.
 
Per cercare di dare una risposta concreta ai numerosi appelli che continuano a giungere dagli ospedali e dai medici di Gaza, a Piacenza si è costituita la rete “Restiamo umani”, composta da quasi 30 organizzazioni del mondo associativo, sindacale e del volontariato finalizzata a una raccolta di farmaci da inviare a Gaza dal 22 novembre al 15 gennaio
 
La raccolta, grazie anche alla disponibilità di Federfarma, avrà luogo davanti alle farmacie di Piacenza e provincia. I farmaci richiesti espressamente dalle struttura sanitarie di Gaza sono antibiotici a largo spettro, antidolorifici e antinfiammatori, garze, bende, medicazioni e siringhe, soluzioni fisiologiche per flebo: chi desidera contribuire potrà acquistare le confezioni in farmacia e lasciarle ai tavoli di raccolta espressamente organizzati. Il materiale raccolto sarà spedito a Gaza tramite l’onlus genovese Music for Peace, già entrata nella Striscia con 7 camion di medicinali e due ambulanze il 16 settembre scorso.
I primi banchetti si terranno sabato 22 novembre 2014 davanti ad alcune farmacie di Piacenza e della provincia: Niviano e Vigolzone.
La raccolta dei farmaci proseguirà anche nelle prossime settimane fino ai primi di gennaio 2015. Di settimana in settimana verrà data comunicazione dei banchetti di raccolta che verranno allestiti davanti alle farmacie. Si possono anche contattare direttamente la associazioni aderenti alla rete “Restiamo umani”.
 
rete “Restiamo umani – Piacenza
donne e uomini contro la guerra, Piacenza – Rete Radiè Resch, Piacenza – Gruppo piacentino affidatarie/i di bambine/i di Jabalia-Gaza – Mondo Aperto APS – Sentieri nel mondo APS – MCE, Piacenza – Legambiente, Piacenza – Avè – CGIL, Piacenza – Piccolo Mondo – La Pecora Nera – Comitato Acqua Bene Comune, Piacenza – CISL, Piacenza – UIL, Piacenza – Caritas diocesana Piacenza-Bobbio – MLAL, Piacenza – Centro Missionario diocesano – Circolo ARCI VIK – Associazione Padre Antonino Magnani – Comitato “Comandante Muro” – ANPI, Piacenza – UDS, Piacenza –  Coop. Soc. Mele Verdi – collettivo “Il Mulo” – AS.SO.FA. – Amnesty International, Piacenza – Libera, Piacenza – ARCI, Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.