Regionali. Pollastri (FI) ai giovani: “Investire su di voi è investire sul futuro” 

“La Garanzia giovani rischia il flop, la Regione faccia di più per formazione e occupazione”

“Occorre che lo Stato e la Regione investano maggiormente in tutti gli strumenti che favoriscono la formazione dei giovani e l’inserimento lavorativo. Purtroppo l’esperienza della Garanzia Giovani, che doveva servire a portare nel mondo del lavoro la cosidetta generazione Neet, vale a dire quei giovani che né studiano né lavorano, si sta rivelando un flop a causa di burocrazia, mancati controlli e latitanza delle Istituzioni locali”. Andrea Pollastri, candidato di Forza Italia alle elezioni regionali, ha incontrato quest’oggi presso gli uffici di Via Calzolai a Piacenza un gruppo di giovani – studenti, lavoratori e disoccupati – che gli hanno manifestato tutte le preoccupazioni e le incertezze sul futuro.

“Purtroppo – ha detto Pollastri – nonostante si tenti di leggere gli ultimi dati diffusi dall’Istat sul mercato del lavoro come un segnale di ripresa, il 42,9% di disoccupazione giovanile è un dato drammatico, su cui occorre impegnarsi in modo più concreto, perché investire sui giovani significa investire sul futuro. Maggiore collegamento fra scuola e mondo del lavoro, formazione professionale e incentivi alle assunzioni per le imprese sono alcuni dei provvedimenti su cui anche la Regione può e deve intervenire, al di là del quadro normativo nazionale”.

“I dati che arrivano invece dall’applicazione della Youth Guarantee, il progetto formativo e lavorativo finanziato da Ue e Governo italiano – ha proseguito il candidato di Forza Italia – dipingono un quadro di assoluto immobilismo. A sei mesi dal via del progetto, infatti, gli iscritti al portale dedicato sono poco più di 260.000, vale a dire il 12% di chi né lavora né studia, un risultato ben lontano da quello che ci si era prefissati. Ma in questo quadro anche la gestione da parte delle Regioni del progetto è concausa dei dati negativi: in Emilia-Romagna, infatti, solo un terzo dei circa 21mila che si sono iscritti ha avuto finora riscontro, con la possibilità di un primo colloquio o di sottoscrivere il patto di servizio, che in molti casi in realtà non significa lavoro, ma solamente un percorso di qualifica o formazione. Occorre, dunque, che Regioni e Stato siano più coordinate, efficaci e concrete, dando anche maggiore diffusione al progetto se vi si crede veramente, altrimenti rischia di risultare l’ennesimo buco nell’acqua e uno spreco di risorse”.

Nel corso dell’incontro non sono mancate da parte dei giovani presenti sollecitazioni e indicazioni per un maggior sostegno alle giovani coppie, all’imprenditoria giovanile, alla formazione scolastica e professionale e la richiesta di una particolare attenzione alle espressioni culturali e artistiche delle giovani generazioni.

L’incontro è stata l’occasione, inoltre, per il consigliere di Forza Italia di presentare il rinnovato sito internet personale, www.andreapollastri.it, finalizzato alla campagna elettorale e collegato ai principali social network. “Vi si possono trovare – ha detto Pollastri – oltre a gallerie fotografiche e news, tutti gli impegni della campagna elettorale e una presentazione personale e del programma, il tutto con il filo conduttore della ‘forza’”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.