Quantcast

“Riqualificazione energetica”, il convegno al Tramello

Il 2 dicembre alle ore 20.30, nell’Aula Magna I.S. Tramello Cassinari (via Negri 45) si terrà il convegno "La Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente". Il relatore sarà l’architetto Antonio Molinelli

Più informazioni su

Il 2 dicembre alle ore 20.30, nell’Aula Magna I.S. Tramello Cassinari (via Negri 45) si terrà il convegno “La Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente”. Il relatore sarà l’architetto Antonio Molinelli. 

LA PRESENTAZIONE

Nel settore dell’efficientamento degli edifici, c’è spazio per i ‘green jobs‘: dunque la possibilità di creare nuovi posti di lavoro e ridare slancio alle imprese. Un recente studio condotto dall’Ufficio studi del portale Immobiliare.it ha segnalato che “l’Italia è uno dei Paesi con la popolazione più anziana del mondo e anche le nostre case lo dimostrano: il 36,6% delle abitazioni del nostro Paese (11,6 milioni di unità immobiliari) ha più di 40 anni di vita”.

L’età avanzata del patrimonio lo rende quindi, oltre che obsoleto, anche particolarmente energivoro: un immobile che supera i trenta anni di età consuma in un anno, mediamente, da quattro a cinque volte il consumo che si verifica nelle nuove costruzione (classe energetica A e B); inoltre, gli edifici consumano il 40% dell’energia totale e sono le città, per l’80%, responsabili delle emissioni nocive in atmosfera.

Effettuare lavori di ristrutturazione energetica permetterebbe di attuare una serie di positive risorse: evitare la svalutazione degli immobili (gli immobili ultraquarantenni non ristrutturati hanno un prezzo al metro quadro mediamente inferiore del 25% rispetto ad abitazioni realizzate a partire dal 2000); ridurre il consumo energetico necessario a mantenere la temperatura interna; ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera; aumentare il “benessere abitativo” interno agli edifici.

Per tale ragione, occorre attivare una campagna di informazione sui vantaggi che la riqualificazione comporta: razionalizzazione dei consumi energetici e riduzione degli sprechi; produzione di energia pulita; opportunità di risparmio economico offerte dalle detrazioni fiscali 65%, detrazioni 50%, conto termico e titoli di efficienza energetica.

Nel convegno si tratteranno i temi citati e si illustreranno interventi che rappresentano le possibili soluzioni applicabili ad immobili esistenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.