Quantcast

Sciopero infermieri per blocco turn over, il sostegno del Prc

Comunicato stampa Rifondazione Comunista Piacenza. 

Comunicato stampa Rifondazione Comunista Piacenza 

Il P.R.C. sostiene le rivendicazioni avanzate dagli infermieri con lo sciopero tenutosi oggi, luned 3 novembre, per richiedere la revoca del blocco del turn over (non reintegro dei pensionamenti) fermo al 2008, il rinnovo dei contratti che vede gli stipendi della categoria fermi al 2009, una adeguata formazione in grado di fronteggiare l’emergenza Ebola.

Le politiche ispirate al rigore liberista che indistintamente hanno caratterizzato i governi succedutisi in questi anni anziché tagliare gli indubbi sprechi esistenti e vigilare sulla dilagante corruzione hanno invece colpito la riorganizzazione del sistema dei servizi con continue esternalizzazioni a tutto vantaggio della sanità privata. Dal 2011 al 2015 la spesa sanitaria nazionale ha visto ridurre il fondo a disposizione delle regioni di oltre 31 miliardi (e non sono per nulla esclusi ulteriori tagli) con il risultato che gli italiani nel triennio 2010-2013 hanno pagato il 25% di ticket in più e a causa delle interminabili liste d’attesa hanno fatto ricorso alla sanità privata per il 9.2% in più.

I bisogni legati alla salute rimangono, ma l’”innovatore” Renzi destina alla prevenzione uno striminzito 0.5% della spesa sanitaria contro il 2,9% della media europea e nel nostro paese, stando ai dati OCSE, mancano 100.000 infermieri rispetto la media dei paesi UE con un altissimo numero di precari (oltre 33.000). La legge di stabilità aggraverà ulteriormente questa situazione poiché in realtà non sono gli sprechi al centro dell’attenzione bensì il risparmio sulla qualità dei servizi con la chiusura delle strutture e l’aumento di ritmi e carichi di lavoro selvaggi per il personale. Per Rifondazione Comunista i veri problemi che affliggono il SSN sono i continui tagli di risorse e la logica che trasforma e mercantilizza il diritto alla salute.

Per queste ragioni le/i comuniste/i stanno con gli infermieri senza se e senza ma.

David Santi segretario prov.le P.R.C.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.