Quantcast

Volley. La Canottieri Ongina sfiora l’impresa a Carpi: ko al tie break

Primo passo falso per i gialloneri di Bruni, avanti 2-0 sul campo della Cec prima di subire la rimonta locale

Più informazioni su

Canottieri Ongina bella incompiuta. Sfuma al tie break il sogno del tris in campionato per i gialloneri piacentini, battuti al tie break a Carpi dopo 2 ore e 18 minuti di gioco. Al termine della maratona, la Cec si è imposta di misura (15-13), facendo svanire così la terza vittoria in altrettante partite per i monticellesi, reduci dai successi contro Trento e Motta di Livenza.

Per la formazione allenata da Gabriele Bruni e Marzia Grandi, c’è il rammarico per non aver chiuso favorevolmente il match: Giumelli e compagni, infatti, si erano portati avanti 2-0, mettendo alle corde la blasonata formazione di casa, fino alla vigilia sempre vincitrice in campionato. Battuta, muro e attacco erano riusciti a mettere in difficoltà i carpigiani, squadra dove militano gli ex Tommaso Cordani (piacentino) e Luca Fellini.

Dopo il cambio di campo, però, qualcosa si è inceppato: la Canottieri Ongina è ripartita male nel terzo set (8-2) e andando sotto 21-13 prima di lottare con il cuore e rimontare, pur dovendo cedere 25-23. Nel quarto set, i gialloneri si sono schierati con Codeluppi e Binaghi in posto quattro e con Cuda inizialmente in panchina per poi essere richiamato in causa. Anche in questo frangente, il copione è stato simile: Carpi avanti 16-10, rimonta piacentina e nuovo successo modenese: 25-23 e tie break. Nel set corto, la Cec ha trovato il minibreak (5-3), la Canottieri Ongina ha ribaltato la situazione (9-10) per poi subire un parziale di 3-0 (12-10), con Carpi brava a chiudere 15-13.

“Era una partita – commenta il tecnico giallonero Gabriele Bruni – che dovevamo chiudere 3-0, ma non ci siamo riusciti un po’ per meriti dell’avversario e un po’ per demeriti nostri. Questa doppia componente ha portato al tie break, dove Carpi l’ha spuntata. Dal mio punto di vista, abbiamo perso due punti. Eravamo andati avanti 2-0 giocando bene, poi siamo calati vistosamente nell’atteggiamento, smontandoci un po’ di fronte alle difficoltà.

Lavoreremo affinché questo non avvenga nuovamente. Ora voltiamo pagina e pensiamo alla sfida casalinga di sabato contro il Fanton Modena Est (ore 21), altra partita molto impegnativa”.

CEC CARPI-CANOTTIERI ONGINA 3-2

(19-25, 21-25, 25-23, 25-23, 15-13)

CEC CARPI: Dall’Olio, Bosi 3, Luppi 8, Renzetti 23, Cordani 5, Insalata 15, Trentin (L), Fellini 2, Cargioli 8, Calarco, Di Primio. N.e.: Mantovani. All.: Molinari

CANOTTIERI ONGINA: Binaghi 12, Botti 7, Giumelli 4, Cuda 17, De Biasi 12, De Santis 6, Tencati (L), Boniotti 8, Codeluppi 3, Fortini. N.e.: Merli, Berni.

All.: Bruni

ARBITRI: Soffietto e Giusto

NOTE: Durata set: 26’, 30’, 31’, 31’, 20’ per 2 ore e 18 minuti di gioco

Cec Carpi: battute sbagliate 16, ace 4, ricezione positiva 48 per cento, attacco 38 per cento, muri 12, errori 40

Canottieri Ongina: battute sbagliate 16, ace 9, ricezione positiva 61 per cento, attacco 41 per cento, muri 12, errori 41.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.