Quantcast

Bulla Basket vince contro il Vicenza. La partita finisce 51 a 46 

Cuore, intensità e tanta voglia di continuare la striscia vincente. Gli ingredienti miscelati dalla squadra di Elisa Cotella nel terzo turno di andata risultano indigesti al Vicenza, al primo stop stagionale, costretto ad alzare bandiera bianca al termine di una gara combattuta e spettacolare. 

Più informazioni su

BULLA BASKET 51
WHEELCHAIR VICENZA 46
(18-7; 25-14; 38-29)

BULLA BASKET: Zeni, Botti 17, Preka, Magro M 11, Magro S. 15; Farias 5, Petesi 2, Oddi 1, Lago, Laurini, Ducoli. Ne: Rodiani. All.: Elisa Cotella
WHEELCHAIR VICENZA: Sartori 2, Karamap 16, Ferro M 10, Cunico 10, Nwaisi 6; Ferro M 2, Alba, Caccin, Alessi. All.: Caccin
ARBITRI: Caputo e Trematerra

Cuore, intensità e tanta voglia di continuare la striscia vincente. Gli ingredienti miscelati dalla squadra di Elisa Cotella nel terzo turno di andata risultano indigesti al Vicenza, al primo stop stagionale, costretto ad alzare bandiera bianca al termine di una gara combattuta e spettacolare. Superlativa la prestazione della Bulla Basket (20/61 da due, 0/1 da tre, 11/21 ai liberi) energica e continua in ogni istante di gioco, firmata dall’ottima coesione di un gruppo, capace di metabolizzare le variazioni nelle rotazioni generate dall’espulsione di Giovanni Zeni (al 4’) controllando il ritmo di gioco.

L’approccio è ancora una volta determinante per i piacentini (18-7 alla prima sirena) precisi quanto basta in attacco sull’asse garantito dai fratelli Magro, Marco e Salvatore, decisivi pure con i recuperi in fase difensiva. E’ proprio la capacità di frenare l’impeto del gioco avversario la chiave della vittoria della Bulla Basket.

Le iniziative di Andrea Botti, mvp della serata per velocità e precisione, e lo spirito di sacrificio di Neno Petesi sono la fotografia più brillante dei piacentini nella parte centrale della gara. Vicenza spinge per rimontare, i ragazzi di coach Cotella tengono in mano il ritmo a cavallo dell’intervallo lungo. Non c’è un attimo di respiro. Gli ospiti aumentano la pressione senza però scalfire la solidità della Bulla Basket, brava a tenere inalterato il divario fino alla terza sirena. E’ nell’ultimo quarto che il pathos del copione raggiunge il culmine, nonostante la fatica di una serata a tutto gas cominci a farsi sentire.

Gli ospiti aumentano l’intensità dell’azione; quelli della Bulla Basket replicano con tanta forza d’animo. Vicenza rosicchia qualche punto al vantaggio dei piacentini, determinati a tenere in mano le redini del gioco nel concitato finale per festeggiare un più che meritato successo.

Dopo la sosta prevista nel prossimo week end, la Bulla Basket torna sul parquet sabato 13 dicembre (palla a due alle 18.30) al “PalaQuinto” di Verona.

Gli altri risultati della terza giornata di andata: Bologna-Verona 53-40; Parma-Firenze 99-12; Imola-Padova 55-45.

La classifica: Bulla Basket, Parma 6; Vicenza, Bologna, Imola 4; Padova, Verona, Firenze 0.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.