Quantcast

Foti e Opizzi (Fd’I) “Piacenza è una città abbandonata”

Serie di interrogazioni rivolte al sindaco Dosi e all’assessore ai lavori pubblici Cisini, dai consiglieri Tommaso Foti ed Erika Opizzi (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), su alcune situazioni che, a loro avviso, attestano come "la città è abbandonata".

Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Foti e Opizzi: “Città abbandonata” – comunicato stampa
 
Serie di interrogazioni rivolte al sindaco Dosi e all’assessore ai lavori pubblici Cisini, dai consiglieri Tommaso Foti ed Erika Opizzi (Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), su alcune situazioni che, a loro avviso, attestano come “la città è abbandonata”.
Foti e Opizzi partono da Via Tramello “che, con buona pace del Comune che la trascura da tempo, ha un’importanza notevole non solo come asse di scorrimento interno dal centro storico verso Via Campagna e Via XXI Aprile, ma anche per il fatto di costeggiare le Mura antiche della Città di Piacenza” ed evidenziano come ” oramai da anni, ad ogni pioggia, la stessa si allaga in alcuni punti (soprattutto di fronte all’ex Acna) mentre ai lati della strada si formano vere e proprie colate di fango”.
Altro punto dolente, per i consiglieri di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, è rappresentato dai parchi comunali che “necessiterebbero tutti di una robusta manutenzione straordinaria, in ragione delle molte problematiche che presentano”, tra questi ” il Parco di Montecucco (Besurica) ed il Parco della Pace (Via Raffalda) nei quali, ad ogni acquazzone, i vialetti utilizzati dai cittadini per percorrere i detti parchi risultano sistematicamente allagati, la qual cosa preclude di potersene servire.”
Non certo migliore, per Foti e Opizzi è la situazione della strada che porta al cimitero di San Bonico, la sistemazione della quale “ancorché promessa oramai ad ogni campagna elettorale dai candidati sindaco della sinistra, non è mai avvenuta e le condizioni della quale peggiorano di anno in anno, sicché la sua utilizzazione è fortemente compromessa”.
Infine, i consiglieri di Fd’I-AN puntano il dito sulla situazione dei giardini di Via Sbolli, ai quali “i cittadini, da tempo, chiedono di garantire una più adeguata vigilanza, anche per il tramite della Polizia Municipale.”
” Così – concludono Foti e Opizzi – non si può andare avanti: Dosi e Cisini si diano una mossa, almeno sulle emergenze che abbiamo evidenziato.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.