Quantcast

Piacenza Baseball. Imberti: “No all’iscrizione in serie A nel 2015”

La notizia più importante è arrivata allorchè il presidente Davide Imberti ha ufficializzato, nel corso del suo intervento, la mancata iscrizione della squadra maggiore biancorossa al Campionato di Serie A 2015. 

Più informazioni su

A suggello del suo quarantaduesimo anno di attività, il Piacenza Baseball ha chiamato a raccolta tutto il suo movimento e, grazie all’ospitalità della Banca di Piacenza nella Sala Panini di Palazzo Galli, ha chiuso la stagione agonistica 2014 premiando tecnici ed atleti delle varie squadre. E la notizia più importante è arrivata allorchè il presidente Davide Imberti ha ufficializzato, nel corso del suo intervento, la mancata iscrizione della squadra maggiore biancorossa al Campionato di Serie A 2015.

Una decisione sofferta, maturata nei mesi scorsi nonostante la squadra, dopo lo storico Scudetto 2013, avesse anche qust’anno portato a termine un campionato più che dignitoso con la qualificazione ai play-off.

“L’impegno non è trascurabile e certamente le formule varate a livello federale non ci vengono incontro – ha osservato Imberti –  con trasferte dispendiose e roster aperti a stranieri professionisti. Ci vedeva favorevoli la formula a franchigie che ci ha visti protagonisti nel 2012 e poi l’anno scorso con l’indimenticabile scudetto ma purtroppo l’abolizione di questo progetto ci ha penalizzati in modo particolare in quanto, valorizzando i giovani italiani, sembrava tagliato su misura per noi. Il ritorno alla Serie A – rimarca Imberti – ci ha complicato la vita ed a questo punto ci sembra meglio dedicarci ancora di più alla maturazione dei nostri vivai”.

Una presa di posizione forte che trova una comprensibile motivazione anche nel cambio generazionale al quale il Piacenza sta andando incontro dopo la volontà di ritiro espressa da due colonne biancorosse quali Lorenzo Riccio e Simone Cammi. L’annuncio non ha comunque ridimensionato l’entusiasmo che tradizionalmente accompagna la presenza degli atleti più giovani. Le promesse non mancano e molti giovani bussano alle porte per riportare quanto prima il Piacenza nel gotha del batti e corri.

Oltre ai campioni della A 2014 hanno sfilato Cadetti, Allievi, Ragazzi e Minibaseball a testimonianza di come, nonostante tutto, il movimento del baseball piacentino sia più che mai prolifico ed in salute. L’attività proseguirà per tutto l’inverno con la disputa di diversi tornei indoor prima del ritorno ai diamanti in primavera per rilanciare alla grande il messaggio del batti e corri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.